La Juventus ha deciso di separarsi da Massimiliano Allegri in vista della prossima stagione. Il tecnico lascerà la società bianconera dopo aver vinto cinque scudetti ed essere arrivato per due volte in finale di Champions League. Un palmares importante, che aumenterà le pressioni di chi arriverà chiamato a fare bene sia in Italia che in Europa. Club che ora si è messo alla ricerca di un sostituto, che sicuramente non sarà Pep Guardiola, che ha dichiarato che resterà al Manchester City. Sembra difficile anche la pista che porta ad Antonio Conte, promesso sposo dell’Inter e in queste ore sembra si possa depennare anche il nome di Didier Deschamps.

Allegri e il suo addio alla Juventus

Juventus, Deschamps resta sulla panchina della Francia

Uno dei nomi che era stato accostato alla panchina della Juventus è quello dell’attuale commissario tecnico della Francia, Didier Deschamps. L’allenatore ha lasciato i bianconeri nell’estate del 2017, dopo averli guidati al ritorno in Serie A dopo Calciopoli. Il tecnico non ha mai nascosto il proprio rimorso per quella decisione, definita affrettata. Non sembra, però, arrivato il momento del suo ritorno in bianconero, come dichiarato ai microfoni de La Gazzetta dello Sport:

“La situazione è chiara. Tutte le mie energie e la mia concentrazione sono focalizzate sulla fase di qualificazione della Francia all’Europeo, e spero anche dopo per partecipare alla competizione continentale. Per me è tutto ben chiaro e tondo. Anche se fa sempre piacere si parli di me per le panchine di grandi club come la Juventus, oggi il mio futuro è legato alla nazionale francese. E non c’è nessuna porta da aprire ad altre possibilità”.

Sarri e Inzaghi in pole

Juventus che, dunque, non ha ancora scelto il nome del prossimo allenatore. Paratici ha dichiarato che ci si sta lavorando e in questo momento sono due i nomi in pole position. Uno è quello di Simone Inzaghi che, dopo la vittoria della coppa Italia, potrebbe lasciare la Lazio. Aver saltato la conferenza stampa pre e post partita contro il Bologna rappresenta più di un indizio. L’altro nome è quello di Maurizio Sarri, che si giocherà la finale di Europa League con il suo Chelsea contro l’Arsenal. Sia in caso di successo che in caso di sconfitta il tecnico sembra destinato a lasciare i Blues per tornare in Italia. Bianconeri avanti ma anche Roma e Milan stanno pensando all’ex allenatore del Napoli.

Le ultime notizie sulla Juventus