Uno dei primi acquisti della Juventus in questa sessione estiva di calciomercato è rappresentato dall’arrivo a Torino di Adrien Rabiot. Il centrocampista francese è arrivato a parametro zero, dopo essere andato in scadenza di contratto con il Paris Saint Germain. Un acquisto importante, con i bianconeri bravi a soffiarlo alla forte concorrenza del Barcellona. A gennaio, infatti, sembrava che il classe 1995 fosse sicuro del suo approdo in Catalogna. I blaugrana, però, alla fine hanno deciso di non affondare il colpo, chiudendo l’acquisto di De Jong per oltre 60 milioni di euro dall’Ajax.

Juventus, Rabiot e l’impatto bianconero

Adrien Rabiot ha cominciato la preparazione con la Juventus. Il centrocampista francese partirà con i compagni per la tournéé che vedrà il club impegnato nell’International Champions Cup. Il giocatore, dunque, è pronto a tornare in campo dopo più di sei mesi vissuti da separato in campo e praticamente fuori rosa al Paris Saint Germain. Ai microfoni di JTV, il calciatore ha manifestato tutta la propria gioia per l’approdo a Torino:

“Sono molto contento di essere qui. La Juve è un grande club, con grande prestigio e storia. Uno dei motivi che mi ha spinto a venire alla Juve è stato quello di migliorarmi e portare la mia carriera a un livello superiore. Questo è il posto migliore in cui farlo. Giocare insieme ad eccellenti giocatori sarà speciale per il mio sviluppo e per continuare ad imparare”.

Il rapporto con Buffon

Tra chi è stato fondamentale per l’approdo di Adrien Rabiot alla Juventus c’è sicuramente Gigi Buffon. L’estremo difensore è tornato in bianconero dopo una stagione al Paris Saint Germain. E proprio l’ex capitano è stato importante con i suoi consigli al centrocampista francese. Il classe 1995 ha parlato del suo rapporto proprio con il portiere:

“Ho parlato con un sacco di persone, incluso Gigi Buffon come ho detto, che conosce bene il club e con cui ho parlato della vita qui. È molto importante chiedere aiuto e consiglio per fare la giusta scelta di carriera”.

I complimenti di Buffon: “È bello ricevere complimenti del genere, ho mandato un messaggio a Gigi per ringraziarlo. Lui mi ha risposto che è stato facile dirlo, perché è la verità”.

Ruolo in campo: “Sono mancino. Sono un giocatore a cui piace fare un po’ di tutto, ma se dovessi descrivere me stesso direi che sono un giocatore offensivo, a cui piace attaccare ma anche difendere. Come si dice oggi, un giocatore box-to-box”.

L’esordio all’Allianz Stadium: “Immagino la mia emozione, una grande atmosfera. Una vittoria e perché no, un assist o un gol? Non vedo l’ora di iniziare a giocare e di conoscervi. Spero che insieme ci divertiremo. Grazie a tutti”.

Le ultime notizie sulla Juventus