Il Consiglio Federale tenuto quest’oggi ha stabilito la ripartenza da parte del calcio italiano. La Figc, infatti, ha ufficializzato la ripartenza dei campionati di Serie A, Serie B e Lega Pro. Il 28 maggio ci sarà una riunione con il Governo e, nel caso in cui la curva dei contagi dovesse continuare a scendere, verrà stabilita anche la data. Possibile che si possa tornare in campo il 13 giugno, mentre in alternativa si potrebbe tornare in campo il 20 giugno. Qualche difficoltà ci sarà per far ripartire la Lega Pro, visto che il presidente Ghirelli ha ammesso come sia difficile per tutti i club rispettare il protocollo a causa dei costi esosi.

Serie A, via agli allenamenti di gruppo

Serie A, B e Lega Pro, le date della Figc

La Figc ha diramato un lungo comunicato sulle date per concludere i campionati di Serie A, B e Lega Pro, svelando anche un piano alternativo in caso di nuova sospensione:

“La FIGC ha espresso la volontà di riavviare e completare le competizioni nazionali professionistiche. Fissata al 20 agosto la data ultima di chiusura delle competizioni di Serie A, B e C. Precedentemente al riavvio dell’attività agonistica sarà competenza del Consiglio Federale determinare i criteri di definizione delle competizioni. Questo laddove, in ragione dell’emergenza epidemiologica da Covid-19, le stesse dovessero essere nuovamente sospese, secondo i principi di seguito indicati. Individuazione di un nuovo format (brevi fasi di playoff e playout) al fine di individuare l’esito delle competizioni ivi incluse promozioni e retrocessioni. In caso di definitiva interruzione, definizione della classifica anche applicando oggettivi coefficienti correttivi che tengano conto della organizzazione in gironi e del diverso numero di gare disputate dai Club e che prevedano in ogni caso promozioni e retrocessioni. Infine, per effetto di quanto deliberato, la stagione sportiva 2020/2021 avrà inizio il prossimo 1 settembre. Per quanto concerne, invece, l’attività dilettantistica, ivi compresa quella femminile fino alla Serie B, valutate le condizioni generali e l’eccezionale situazione determinatasi a causa dell’emergenza Covid-19, il Consiglio ha deliberato di interrompere definitivamente tutte le competizioni, rinviando ad altra delibera i provvedimenti sugli esiti delle stesse competizioni. Resta fissato al 30 giugno il termine per la conclusione dell’attuale stagione sportiva. Per quanto riguarda la Serie A femminile, è stato deciso di verificare nei prossimi giorni le condizioni di ripresa. Ciò sarà verificato in base all’applicabilità dei protocolli sanitari da parte dei Club e alla disponibilità di contributi da parte della FIGC”.

Le date del mercato

Pallone calcio

Una questione importante riguarda anche il mercato. Molte società di Serie A e non solo hanno cominciato a muoversi con largo anticipo. La Figc fa chiarezza anche su questo tema:

“Nelle more della definizione dei nuovi termini di tesseramento per la stagione sportiva 2020/2021, che saranno stabiliti prossimamente, ha deliberato i termini di deposito dei contratti preliminari: dal 1 giugno al 31 agosto”.

Con l’inizio della nuova stagione fissato al 1 settembre, bisognerà vedere come si vorrà procedere. La sessione di mercato, infatti, potrebbe essere aperta anche durante l’intero mese di settembre. L’alternativa sarebbe aprirla ad agosto, in contemporanea alle competizioni europee.

Le ultime notizie sulla Serie A