In Lega continua il dibattito sulla possibile ripresa del campionato di Serie A. L’emergenza relativa al Coronavirus ha portato alla sospensione di quasi tutte le competizioni in giro per il mondo. In Italia, però, si potrebbe presto tornare in campo, essendo stato anche il primo Paese a fermarsi. Gli ultimi numeri dimostrano come ci sia un miglioramento che può portare a pensare positivo. La ripresa degli allenamenti potrebbe avvenire il 4 maggio. In quel caso ci sarebbero tre date per pensare alla ripartenza del campionato.

Ipotesi sulla ripresa della Serie A

Tre date per la ripresa della Serie A

Ronaldo, Lazio-Juventus

Il campionato di Serie A sta studiando come arrivare al ritorno in campo. Nel frattempo che i club e i giocatori trovino un accordo sul taglio degli stipendi, spuntano le date in cui potrebbe esserci in nuovo fischio d’inizio a quasi due mesi. La ripresa degli allenamenti, infatti, potrebbe avvenire il 4 maggio, in contemporanea con l’inizio della fase 2. A quel punto sono tre le date in cui potrebbe ripartire il campionato. La prima data ipotizzata sarebbe quella di domenica 24 maggio. La seconda, invece, è per il 31 maggio, mentre la terza data ipotizzata porta al 7 giugno. Non è ancora chiaro, nel caso di ripartenza, se si ripartirà dal recupero delle quattro partite rinviate nella venticinquesima giornata o se quelle saranno recuperate in uno dei turni infrasettimanali. Giocando ogni tre giorni, comunque, la fine della Serie A sarebbe fissata per inizio o, al massimo, metà luglio.

Cosa fare prima del ritorno in campo

esultanza gol Jankto, Sampdoria-Inter

Prima di pensare alla ripresa del campionato di Serie A saranno necessari molti controlli dettagliati, soprattutto sui giocatori che hanno contratto il Coronavirus. Il rientro sarà anticipato da uno screening, una sorta di nuova idoneità sportiva. Il livello di monitoraggio della salute sarà massimo, ci saranno percorsi divisi fra chi è stato positivo o ha avuto sintomi assimilabili al virus e chi non l’ha mai avuto, con test e controlli ripetuti. Saranno fatti gli esami che rilevano la presenza degli anticorpi, si spera non solo ai calciatori.

Le ultime notizie sulla Serie A