Roma, la ‘strana’ estate di Dzeko: da sicuro partente, a simbolo della rinascita giallorossa

Il calciomercato della Roma ha trovato grande energia col rinnovo di contratto di Edin Dzeko, da considerarsi come un vero e proprio nuovo acquisto

Dzeko - Roma

E adesso si punta tutto o quasi su Edin Dzeko. La ‘strana’ estate del possente centravanti bosniaco della Roma ha trovato la sua chiusura finale in una calda serata di metà agosto. Da sicuro partente direzione Milano, sponda Inter nelo specifico, alla permanenza in giallorosso certificato da un ‘sorprendente’ rinnovo del contratto sino al giugno del 2022.

Dzeko per la ‘rinascita’ giallorossa

Un ribaltone per certi verso inaspettato e clamoroso, con l’Inter rimasta spiazzata forte di un accordo che i nerazzurri avevano trovato col ‘gigante’ di Sarajevo già da un paio di mesi abbondanti. Ma il club meneghino non è riuscito a trovare un accordo con la Roma, anche per via di una questione Icardi ancora troppo ingarbugliata per vederne il traguardo. E così James Pallotta, presidente della Roma, gli ha proposto un rinnovo triennale superiore a quello offerto da Suning. Contratto da 5 milioni di euro netti all’anno, bonus inclusi, fino al 2022, per un totale da circa 15 milioni complessivi.

Una notizia che ha creato grande entusiasmo nell’ambiente giallorosso, compreso quello generato nei propri compagni di squadra. Uno dei primi è stato Alessandro Florenzi con un commento inequivocabile: “Il miglior acquisto che la Roma potesse fare”, la frase postata sulle Instagram Stories dal terzino giallorosso. Ma anche la società Roma ha voluto fortemente questa conferma, come dichiarato dal Ceo del club, Guido Fienga: “Prima che finisse la scorsa stagione avevamo già maturato una decisione: Dzeko sarebbe stato uno dei pilastri sul quale fondare la nuova squadra. In questi mesi non abbiamo mai cambiato idea. Siamo felici che Edin riconosca che per vincere si resta alla Roma”.

Dzeko resta, adesso serve il difensore centrale

Una scelta, quella di Dzeko, anche arrivata per la troppa attesa generata dalle scelte di Icardi. Come confermato da Silvano Martina, agente dell’ex City: “Roma ce l’ha nel cuore, sia lui che la famiglia. Un giocatore con la storia di Edin non può aspettare le scelte di qualcuno, per esempio un Icardi della situazione. Chiacchierando ci siamo detti: qui sei amato. È stato contestato è vero, ma è molto considerato della società. Negli ultimi quattro giorni abbiamo intavolato il rinnovo e lo abbiamo fatto”.

Adesso però, in casa Roma, si aspetta di completare la rosa con un difensore centrale di valore. Le piste calde portano a Rugani della Juventus e Lovren del Liverpool. In verità, per il croato dei Reds, sembrava essere arrivata la parola fine per un suo approdo in giallorosso, per una mancata intesa sui bonus da inserire nel contratto. Tuttavia nelle scorse ore, le parole di Alessandro Lucci, Ceo della Football Factory e intermediario di Arena11sport group per l’eventuale passaggio del croato in Italia, ha riaperto la porta:

“Lovren ha dato grande apertura per un approdo alla Roma. Ritengo che ogni operazione porti delle problematiche, delle criticità, soprattutto se importante come per un calciatore del calibro di Lovren che negli ultimi due anni ha raggiunto la finale di Champions. Talvolta questi scogli si possono arginare, non so se potrà arrivare in giallorosso ma di certo la sua priorità, oggi, sarebbe quella”.

LE ULTIME NOTIZIE SULLA ROMA