Champions League: il Tottenham gioisce con Son, Manchester City ko. Vince anche il Liverpool

    La Champions League ha mandato agli achivi i primi due match di andata dei quarti di finale: vittorie interne per Liverpool e Tottenham

    60

    Prima serata dedicata ai match di andata dei quarti di finale di Champions League. Questa sera toccava a Liverpool-Porto e Tottenham-Manchester City prendersi la scena. E sono arrivate due vittorie interne: i Reds di Klopp hanno vinto per 2-0, successo di misura ma egualmente importante per gli Spurs di Pochettino contro il City di Guardiola.

    Tottenham-Manchester City 1-0

    Le formazioni ufficiali vedono Pochettino puntare sul 4-2-3-1 con Eriksen, Son e Alli alle spalle delll’intoccabile Kane. Qualche sorpresa per Guardiola, che schiera il City col 4-3-3 e con Mahrez e Sterling ai lati di Aguero, solo panchina per De Bruyne.

    La sfida parte con un Manchester City all’attacco e al 12′ i Citizens hanno subito una grande chance per andare in vantaggio. Iniziativa personale di Sterling che supera un paio di avversari poi calcia appena entrato in area, con palla deviata in corner. Ma l’arbitro Kuipers viene richiamato al VAR, perché Rose devia sì il pallone ma col braccio alzato. E il fischietto olandese, dopo aver visionato le immagini, assegna il calcio di rigore. Dagli undici metri però Aguero apre il piatto destro, Lloris intuisce e respinge. Il penalty sbagliato affloscia gli ospiti e galvanizza il Tottenham che sfiora il vantaggio al 24′ con Kane, ma Ederson dice no al 10 di casa.

    profilo Twitter Manchester City

    Nel secondo tempo il Tottenham perde quasi subito Kane per infortunio, vittima di una distorsione alla caviglia sinistra dopo un contrasto con Delph. Al suo posto entra Lucas Moura, ma il City sembra poter prendere il sopravvento, con Guardiola che al 70′ manda in campo Gabriel Jesus per uno spento Aguero. Ma invece è il Tottenham al minuto 77 a passare in vantaggio: pallone in profondità per Son che non controlla ma poi è brao a tenere la palla in campo, il coreano rientra sul sinistro e si accentra, mancino violento ed Ederson superato.

    Liverpool-Porto 2-0

    Sul fronte formazioni ufficiali, modulo 4-3-3 per il Liverpool di Jurgen Klopp con Salah, Firmino e Mané a formare il terzetto offensivo. Stesso modulo per il Porto di Sergio Conceicao con Corona, Marega e Soaresin attacco.

    Il match inizia con un Liverpool subito all’attacco e in vantaggio al 5′: è Milner con un lancio a mettere in moto Mané sulla sinistra, pallone al cento per Firmino che controlla e tocca all’indietro al limite per Keita. Il centrocampista ex Lipsia colpisce col desto, deviazione di Oliver Torres e per Casillas nulla da fare. La sfida è a senso unico con i Reds che sfiorano il raddoppio a più riprese, trovando il 2-0 al 26′: Henderson imbecca con un filtrante Alexander-Arnold, il terzino destro scatta alle spalle dei difensori e poi mette al centro dove Firmino deve solo appoggiare in porta da pochi passi.

    Il secondo tempo vede un Liverpool attaccare ancora e segnare anche il tris al 48′ con Mané, ma la rete del senegalese viene annullata per offside. Il Porto comunque prova a restare in partita, anche se arriva di rado dalle parti di Alisson. Dal canto suo il Liverpool controlla, con l’obiettio primario di non subire quella rete che riaprirebbe completamente i giochi. E infatti finisce 2-0 al Anfield, senza ulteriori sussulti.

    INFO CHAMPIONS LEAGUE

    CALENDARIO CHAMPIONS LEAGUE 2018-2019

    CALENDARIO E DATE QUARTI DI FINALE

    DATE E ACCOPPIAMENTI SEMIFINALI 2019

    PARTITE IN CHIARO RAI DELLA CHAMPIONS LEAGUE 2018-2019