Olimpiadi Tokyo 2020, Day 12 – Era grandissima l’attesa per la finale dell’inseguimento a squadre nel ciclismo su pista e l’Italia non ha mancato l’appuntamento con la storia. Infatti i quattro Alfieri Azzurri, Francesco Lamon, Simone Consonni, Jonathan Milan e Filippo Ganna hanno trionfato contro la Danimarca e con un nuovo, sensazionale record del mondo. Quindi è arrivata la sesta medaglia d’oro per la spedizione azzurra alle Olimpiadi. Delusione forte invece, anche se non troppo sorprendente viste le ultime uscite, per l’Italvolley di femminile superata nettamente dalla Serbia nei quarti di finale per 3-0. Nulla da fare anche per il Settebello di Sandro Campagna nella pallanuoto maschile, a propria volta eliminata dalla fortissima Serbia, campione in carica, col punteggio di 10-6.

Ganna trascina l’inseguimento alla medaglia d’Oro

L’Italia dell’inseguimento a squadre nel ciclismo su pista entra nella storia dello sport italiano di diritto. Filippo Ganna, Simone Consonni, Francesco Lamon e Jonathan Milan conquistano l’alloro più importante battendo in rimonta il quartetto della Danimarca, facendo segnare inoltre il record del mondo già fatto segnare anche in semifinale: 3’42”032 il tempo, quasi due decimi meglio dei danesi, che si sono dovuti inchinare ad un Filippo Ganna sensazionale nell’ultimo chilometro, capace di innescare e chiudere la rimonta (recuperando uno svantaggio di quasi 9 decimi).

Paola Egonu, schiacciatrice Italvolley femminile

Olimpiadi Tokyo 2020, risultati Day 12

Parlando invece degli altri eventi di giornata, in questo mercoledì 4 agosto, le notizie partono dalla Pallanuoto maschile e dall’impegno del Settebello nei quarti di finale contro la Serbia. Si comincia con due gol per parte iniziali, poi però la Serbia allunga sul 5-2 con gli Azzurri poco incisivi in attacco e addirittura non riuscendo a segnare in situazione di tripla superiorità numerica (6 vs 3). Nel secondo quarto non si segna praticamente per 5 minuti, ma i serbi danno un altro strappo importante con un pesante 7-2 a 2’34” dall’intervallo lungo. Finisce 9-3 all’intervallo e speranze di risalita davvero residue. Nel terzo quarto si segna solo un gol, quello dell’Italia per il 4-9 ma con gli azzurri ancora spreconi con le superiorità numeriche (4/13 a quel punto). Finisce 10-6 per la Serbia, sconfitta senza appello.

Passando al Volley femminile, nulla da fare per l’Italia di Mazzanti sconfitta nettamente dalla forte Serbia per 3-0. All’Ariake Arena le serbe vincono nettamente 25-21 25-14 25-21 e volano in semifinale contro gli Stati Uniti. Male le Azzurre, annientate dai propri stessi errori sia in difesa che in contrattacco. Ci sarà da riflettere a lungo, con la formazione di Mazzanti molto fragile mentalmente e senza grandi capacità di reazione. Finisce male dunque l’avventura olimpica delle azzurre, con ben tre sconfitte consecutive contando anche le ultime due contro Cina e USA arrivate nel girone di qualificazione.

Info Olimpiadi Tokyo 2020

CALENDARIO EVENTI GIORNO PER GIORNO

CALENDARIO COMPLETO OLIMPIADI TOKYO 2020