Il Napoli da quest’oggi comincia un nuovo ciclo dopo la fine dell’era Gattuso. Sulla panchina azzurra, infatti, arriva Luciano Spalletti, che torna ad allenare dopo due anni in cui è stato fermo, essendo sotto contratto con l’Inter. Un anno e mezzo fa sull’allenatore di Certaldo si era piombato il Milan, che lo voleva per sostituire Giampaolo, ma la trattativa non è mai decollata. Ora questa nuova avventura all’ombra del Vesuvio con l’obiettivo di riportare i partenopei in Champions League dopo due stagioni.

Il Napoli annuncia Spalletti

Luciano Spalletti da quest’oggi è un nuovo allenatore del Napoli. La notizia era nell’aria da diverso tempo, con le parti che avevano trovato l’intesa di massima da diversi mesi, anche se solo ieri sera è arrivata la firma sul contratto. Il patron degli azzurri, Aurelio De Laurentiis, ha accolto così Spalletti sui social e sul sito ufficiale del club:

“Sono lieto di comunicare che Luciano Spalletti sarà il nuovo allenatore del Napoli a partire dal prossimo 1 luglio. Benvenuto Luciano, insieme faremo un grande lavoro. Aurelio De Laurentiis”.

I dettagli

Luciano Spalletti ha firmato con il Napoli un contratto biennale, fino a giugno 2023, con opzione per il terzo anno accettando uno stipendio compreso tra i 2 milioni e 700mila euro e i 2 milioni e 800mila euro l’anno. Spalletti non vede l’ora di iniziare a gestire la rosa della società campana, che considera molto competitiva. Da capire se resteranno tutti i big o se, come sembra, sarà sacrificato almeno uno tra Koulibaly e Fabian Ruiz. La presentazione di Spalletti potrebbe avvenire a luglio perché c’è il contratto fino al 30 giugno con l’Inter e i nerazzurri non hanno concesso opportunità di anticiparla. Potrebbe esserci prima della partenza di Dimaro e potrebbe esserci a Napoli e non a Roma”.

Le ultime notizie sul Napoli