Vigilia di coppa Italia per la Juventus, che domani affronterà il Milan allo stadio Meazza nell’andata delle semifinali. Bianconeri che partono favoriti ma che non stanno attraversando un grandissimo momento di forma. Nell’ultimo turno di campionato, infatti, hanno perso il primato, venendo agganciati dall’Inter in testa alla classifica con 54 punti, a causa della sconfitta subita al Bentegodi contro il Verona per 2-1. Anche i rossoneri, però, cercano il riscatto dopo la sconfitta subita nel derby contro l’Inter.

Probabili formazioni Milan-Juventus

Juventus, la conferenza stampa di Sarri

Il tecnico della Juventus, Maurizio Sarri, ha parlato in conferenza stampa alla vigilia della semifinale di andata di coppa Italia contro il Milan. Questi tutti i temi trattati dall’allenatore bianconero:

Cena con il presidente: “Si doveva fare dopo la Fiorentina, io ero a Coverciano e ho fatto tardi, il presidente aveva impegni ed è stata fatta dopo. Una cena normale, lui dice perché vuole farmi conoscere i migliori ristoranti di Torino. Ovvio che il presidente parla sempre nella globalità e non si sofferma mai di una singola partita. Comunque era programmata”.

Sul Milan: “Il Milan nell’ultimo periodo si è migliorato tanto in rendimento e risultati. Viene fuori da un derby perso in maniera discutibile perché hanno fatto la partita per buona parte. Giocare a San Siro contro la Juve è sempre stimolante per tutti, sarà una partita complessa”.

La frase sui leader: “Ero un inciso a una domanda. I leader li abbiamo, spero qualcuno mi aiuti a venire fuori in questo periodo. Era solo un inciso a una domanda diretta”.

La sconfitta in Supercoppa: “E’ la macchia che ci portiamo nella nostra stagione. La partita prima con la Lazio in campionato non ci poteva togliere certezze perché avevamo fatto per sessanta minuti. In Supercoppa sì ma poi abbiamo fatto un gennaio di buon livello anche sul piano delle prestazioni, non vedo molte correlazioni”.

I singoli

esultanza gol Chiellini, Parma-Juventus

Il tecnico della Juventus si è soffermato anche su alcuni singoli:

L’infortunio di Douglas Costa: “Abbiamo una rosa ampia, che ha sempre portato gli allenatori della Juventus a fare più moduli. Anche noi siamo pronti a fare un paio di moduli e li alterneremo con valutazioni che faremo a livello singolo”.

Pjanic mezzala: “No, perché è un giocatore con estrema quantità ma con poche accelerazioni. Per me il meglio può darlo in questo ruolo. Ha buone qualità da trequartista. Ha cominciato la stagione con una buona forma, poi è calato e lo ha pagato tanto. Fatica a tornare sui suoi livelli ma lo collego a una situazione normale durante la stagione, sono convinto che presto tornerà a essere determinante per noi”.

Rotazione per Ronaldo: “Vediamo, ho parlato con lui e mi ha detto che in questo momento si sente bene. Appena avrà delle sensazioni di stanchezza lo dirà subito. Valutiamo partita per partita se c’è bisogno di riposo”.

Le condizioni di Chiellini: “Stamani ha fatto cinquanta minuti di partita in una nostra squadra giovanile contro una squadra di dilettanti. Ha fatto bene, la strada sembra buona”.

Su Ramsey: “Il calcio inglese è diverso, loro vanno più a briglie sciolte. Arrivava da un infortunio grave che lo ha tenuto fermo per tanti mesi, in questo momento la sensazione è che sia in crescita sia a livello fisico che di convinzione. E’ sicuramente un giocatore da tenere in considerazione”.

Le ultime notizie sulla Juventus