Il Milan ha deciso di accettare il provvedimento del Tas. Il Tribunale Arbitrale dello Sport ha escluso i rossoneri dalle competizioni europee per il prossimo anno. Dunque la squadra di Marco Giampaolo non parteciperà alla prossima edizione dell’Europa League. Al suo posto verrà ripescato il Torino, che comincerà la propria stagione ufficialmente il 26 luglio. A differenza di quanto successo lo scorso anno, questa volta il club di Elliot ha deciso di non fare alcun ricorso e di accettare il provvedimento. Bisognerà risanare il bilancio e per farlo ci sarà almeno una cessione importante in questa sessione di calciomercato.

Il comunicato del Tas

Il comunicato del Milan

Db Bergamo 16/02/2019 – campionato di calcio serie A / Atalanta-Milan / foto Daniele Buffa/Image Sport nella foto: Ivan Gazidis

Il Milan ha diramato un comunicato ufficiale, sottolineando come accetta la decisione del Tas, che lo ha escluso dall’Europa League per la prossima stagione:

“Il Tribunale Arbitrale dello Sport (TAS) ha pronunciato un lodo arbitrale transattivo (consent award) che ratifica l’accettazione volontaria da parte di AC Milan di un’esclusione di un anno dalle competizioni europee per le violazioni della normativa UEFA sul Fair Play Finanziario relative ai periodi triennali 2014-2017 e 2015-2018.
L’attuale azionista di maggioranza ha rilevato il controllo del Club nel luglio 2018, ereditando consistenti e accumulate perdite, dopo che la proprietà precedente di AC Milan si era resa inadempiente ai debiti. Tali perdite e le conseguenti violazioni dei parametri del FFP, riconducibili alla gestione della proprietà precedente, hanno generato le sanzioni dell’UEFA. Pur nella profonda amarezza per il fatto che i nostri tifosi non potranno seguire la propria squadra nella prossima UEFA Europa League, il Club riconosce e rispetta il Financial Fair Play. AC Milan prende atto che non c’è altra via che accettare le sanzioni per poter intraprendere un percorso di ritorno al pieno rispetto delle regole.
AC Milan conferma il massimo impegno per riportare il Milan dove merita di stare, ai vertici del calcio europeo. La sanzione odierna rappresenterà un ulteriore stimolo a massimizzare gli sforzi per rientrare nei parametri del FFP e allo stesso tempo consolidare la competitività del Club, riportando AC Milan in uno scenario di sostenibilità e di un futuro sempre più positivo”.

Donnarumma in uscita

Il Milan dovrà lavorare duramente per risanare un bilancio in pesante perdita negli ultimi anni. Questo renderà necessaria almeno una cessione importante in questa sessione di calciomercato. Il giocatore candidato a lasciare i rossoneri è Gianluigi Donnarumma. L’estremo difensore è finito nel mirino del Paris Saint Germain, a caccia di un rinforzo di valore tra i pali, soprattutto dopo l’addio di Buffon. Si è parlato di una proposta da 20 milioni di euro più il cartellino di Areola. Il club rossonero, però, non vorrebbe contropartite tecniche. L’intenzione, infatti, sarebbe quella di puntare su Pepe Reina e il giovanissimo Plizzari per i prossimi due anni.

Le ultime notizie sul Milan