La Juventus ha cominciato un nuovo ciclo da qualche giorno. I bianconeri hanno deciso di scommettere su Andrea Pirlo come nuova guida tecnica, al posto di Maurizio Sarri. Si tratta della prima esperienza come allenatore per l’ex fuoriclasse, che ha vinto molto con la maglia di Juventus e Milan durante la sua carriera da calciatore. Potrebbero cambiare alcune strategie di mercato, anche se ancora non si sa come si schiererà a livello tattico la sua squadra.

I nome per l’attacco della Juventus

Juventus, la conferenza stampa di Pirlo

Il nuovo tecnico della Juventus, Andrea Pirlo, ha tenuto la sua prima conferenza stampa da allenatore bianconero. Questi tutti i temi trattati:

Cosa porta Pirlo: “Voglio portare un po’ di entusiasmo, quel che è mancato nell’ultimo periodo. Voglio proporre un calcio propositivo, con padronanza del gioco come ho detto ieri ai ragazzi. A loro ho detto due cose: la prima è che bisogna sempre avere il pallone, la seconda è che va recuperato velocemente. Sono le prime due cose di tattica che ho detto e in cui credo. Sono le cose più importanti a livello mentale da far entrare alla squadra”.

Su Arthur: “L’ho visto e ammirato, è un centrocampista di costruzioni che può ricoprire più ruoli, da regista, a mezzala, da centrocampista a due. Ha qualità e sarà utile”.

Il modulo: “Possiamo giocare a quattro o a tre, difendendoci a quattro e impostando a tre. Ho voglia di gente che abbia voglia di attaccare e di riconquistare il pallone quando non ce l’ha. Deve venire naturale in partita: tenere palla e aver voglia di recuperarla velocemente. I ragazzi lo sanno, hanno le caratteristiche per farlo, il modello potrà variare di gara in gara”.

Confronto con Ronaldo: “Ci siamo sentiti prima di iniziare, per dargli gli orari degli allenamenti. Ci ho parlato sul campo, di presente, passato ma molto da persone normali. Avremo tempo di entrare negli aspetti tecnico tattici”.

La concorrenza dell’Inter: “Partiamo tutte a zero, i punti vanno conquistati. Veniamo da un anno difficile, sono saltati i piani come preparazione, partite, servirà programmare bene come fare, le partite da giocare, la preparazione, ma ci sono persone adatte e ci stiamo preparando per far sì che vada tutto bene”.

Obiettivo della Juventus: “Gli obiettivi della Juventus sono quelli di vincere. Non è facile ma siamo qui per quello”.

Il mercato

infortunio Dybala, Juventus-Lione

Il tecnico della Juventus ha svelato anche alcune mosse di mercato, in particolare sui big:

Il futuro di Dybala: “Non è mai stato sul mercato, siete voi che mettere queste voci in giro. Per me è importante come gli altri, appena rientrerà, farà parte del progetto”.

Ronaldo e Dybala insieme: “Non sono a disposizione tutti i ragazzi, stiamo facendo lavori a gruppetti, a breve ci metteremo in campo e prepareremo qualcosa. I giocatori di qualità possono giocare sempre insieme, basta che ci siano sacrificio e abnegazione. Più giocatori di qualità ci sono, più chances di vincere ci sono ma sempre all’interno di una struttura di squadra. Sacrificio e voglia di lavorare per la squadra vanno a prescindere da tutto”.

Il futuro di Higuain e Khedira: “Con Higuain ho parlato. E’ una persona che ammiro tantissimo, ha fatto un ciclo importante qui, è stato un grandissimo giocatore ma parlando con lui abbiamo deciso che le strade si devono separare. E’ stato un grandissimo campione ma i cicli finiscono. E’ stato messo da parte ma da persona seria ci siamo parlati, prendendo questa decisione. Per quanto riguarda Khedira, è infortunato, vedremo quando starà meglio”.

Le ultime notizie sulla Juventus