L’Italia ha cominciato la preparazione per i prossimi impegni nelle qualificazioni a Euro 2020. Azzurri che hanno già strappato il pass con largo anticipo essendo primi a punteggio pieno nel proprio girone. La squadra di Roberto Mancini sarà impegnata contro la Bosnia e contro l’Armenia. L’obiettivo sarà quello di vedere in campo quei profili che non hanno trovato tantissimo spazio con la maglia della Nazionale in questo nuovo ciclo. In attacco, però, continueranno ad alternarsi Immobile e Belotti, che giocheranno una gara a testa.

Calendario gironi, date e partite dell’Italia

Italia, la conferenza stampa di Mancini

Mancini, allenatore Italia

Il commissario tecnico della Nazionale italiana, Roberto Mancini, ha parlato in conferenza stampa in vista dei prossimi impegni. Questi tutti i temi trattati:

Le sfide con Bosnia e Armenia: “In Bosnia c’è un bel test, giocheremo in uno stadio piccolo, pieno di gente, loro non hanno possibilità di arrivare all’europeo con il girone, ma solo con le finali di Nations League. E poi c’è Palermo… non stravolgeremo la squadra, non avremo grandi occasioni per vederci fino a marzo prossimo. Per questo abbiamo chiamato quei ragazzi che volevamo vedere”.

L’importanza delle prossime due gare: “Anche se siamo già agli europei noi dobbiamo migliorare certe situazioni di gioco. Dobbiamo cercare di migliorarci, credo che la partita con la Bosnia – che affronteranno al 200% – credo abbiano fatto la miglior partita nel gruppo di qualificazione. È un buon test per cercare di vincere”.

La convocazione di Orsolini, Castrovilli e Cistana: “A parte Orsolini, che ha già fatto un Europeo in under21, possiamo farci un’idea migliore rispetto a vederli solo la domenica. Li abbiamo seguiti molto in questi mesi. Orsolini ha qualità, Cistana è un profilo molto importante e molto giovane, la stessa cosa Castrovilli. Stanno facendo bene, guardiamo oltre l’Europeo. Dobbiamo capire cosa ci possono dare, anche non in un futuro immediato. Magari la prossima volta chiameremo qualcun altro”.

Florenzi e la risposta a Conte

Il ct dell’Italia ha parlato anche di singoli, oltre a rispondere alle parole di Conte su Sensi e Barella nel post partita di Champions contro il Borussia Dortmund. Queste le sue parole:

Su Florenzi: “Florenzi non è un problema, si è riposato, sarà più fresco sia per queste partite che per l’Europeo. Sa fare diversi ruoli e sa giocare. È tanti anni che gioca terzino, poi è più bravo quando attacca rispetto a quando difende. Per me è un giocatore importante, ha sempre giocato bene. Per me può fare l’esterno alto, l’interno di centrocampo, ha esperienza, ha tanti anni di gioco”.

Il momento di Chiesa e Bernardeschi: “Intanto giocano, è la cosa positiva. Chiesa sì, Insigne pure, poi non sono in un momento così felice. Poi quando vengono qui le cose vanno bene, per noi è importante giochino. Poi avranno momenti migliori”.

Risposta a Conte: “Non so cosa sia successo, perché Conte ha detto questo. Barella e Sensi sono importanti, giocano in Nazionale, sono ottimi. Poi non avranno l’esperienza di chi gioca da 10 anni in Champions League. Con noi hanno giocato ottime partite, hanno molte possibilità di migliorare”.

Le ultime notizie sull’Italia