Inter, Spalletti: ‘Icardi sarà convocato contro il Genoa. Marotta determinante’

    Il tecnico nerazzurro ha parlato in conferenza stampa alla vigilia del match di campionato contro il Genoa soffermandosi sul centravanti argentino

    69

    Vigilia di campionato per l’Inter, che domani affronterà il Genoa allo stadio Marassi nel match valido per la trentesima giornata di campionato. Nerazzurri in cerca di riscatto dopo la sconfitta subita domenica sera contro la Lazio. Ko che ha complicato la corsa Champions visto che ora la classifica si è accorciata. La squadra di Spalletti, infatti, è rimasta terza con 53 punti, ma a più due sul Milan e più cinque su Atalanta e Lazio, con i biancocelesti che, però, devono ancora recuperare una partita. Contro i grifoni, inoltre, ci sarà il ritorno in campo di Mauro Icardi, dopo quasi due mesi di assenza e tante polemiche.

    Inter, la conferenza stampa di Spalletti

    Il tecnico dell’Inter, Luciano Spalletti, ha parlato in conferenza stampa alla vigilia del match contro il Genoa. Questi tutti i temi trattati:

    Su Icardi: “Il giocatore è convocato. Marotta ha svolto un lavoro determinante per dare modo a tutte le parti in causa di arrivare ad un confronto reale e non virtuale. Un confronto che mette nelle condizioni il giocatore di essere d’aiuto alla squadra. Se la mediazione è stata richiesta per chiedere delle condizioni allora è tutto più complicato. C’è la squadra, c’è la tifoseria, c’è l’allenatore e tutte queste componenti hanno cuore, occhi e orecchie e un valore effettivo di questa lettura e di questo confronto. C’è bisogno del sudore, di essere dentro la squadra. Un giocatore solo non vale niente, insieme ad altre 10 maglie e con un valore di squadra allora vale più di Messi e Ronaldo. Per noi è importantissimo, vale tantissimo. In questa storia nessuno esce vincitore ma da un punto fermo da dove ripartire. Bisognava mettere un punto fermo da dove ripartire, quel punto fermo è la classifica. Ripartiamo da terzi in classifica con tutto il potenziale a disposizione e questo potenziale e se siamo tutti avvolti verso lo stesso obiettivo, Icardi è in grado di trascinare la squadra”.

    L’atteggiamento di Icardi: “Mauro è venuto ad allenarsi, ha fatto il suo allenamento fatto bene. Ieri è venuto a prendere le randellate dai compagni di squadra e metterci la forza e determinazione su tutte le palle, è a sudare nel gruppo e con il gruppo e la nostra tifoseria sa capire bene quali siano i segnali corretti. In una gioco di squadra non tutto dipende da un singolo calciatore, sono la ricerca di argomenti a fare la differenza. Si lavora per il bene dell’Inter”.

    Chiarimento con il gruppo: “Con quello che abbiamo fatto domenica tutto è chiuso. Dovevamo farlo vedere questo punto, ora c’è bisogno di stare ad allenarsi, del profumo dell’erba della bellezza del calcio giocato non di parlare per interposta persona. Ora Mauro è dentro il gruppo e i tifosi sapranno dare una lettura al messaggio”.

    Icardi titolare con il Genoa

    Rapporto con i compagni: “Ci sono stati tanti passaggi, ora c’è da mettere un punto. Ha pagato quello che deve pagare per quello che è il nostro punto di vista poi dovremo sfruttare il lavoro fatto da Marotta ed è stato perfetto e diventerà qualcosa di fondamentale da qui a fine stagione”.

    Titolare con il Genoa: “Domani sarà titolare. Giocherà e in caso poi sarà tolto ma ora abbiamo bisogno di una punta centrale. Lui si è allenato correttamente e giocherà titolare”.

    Riscatto dopo la sconfitta con la Lazio: “Tutte le partite sono occasioni importanti da qui alla fine. Con la nostra sconfitta la classifica si è accorciata, bisogna fare dei risultati. Questa è la prima gara che andiamo ad affrontare e dobbiamo far bene perchè il Genoa è ben allenata e ha fatto bene nelle precedenti gare. Prandelli sta facendo vedere tutte le qualità che ha lui e la sua rosa, una gara da combattere dal punto di vista fisico, prima che tecnico”.

    LE ULTIME NOTIZIE SULL’INTER