L’Inter ha celebrato quest’oggi la vittoria del diciannovesimo scudetto della sua storia. I nerazzurri festeggiano nel migliore dei modi, battendo l’Udinese 5-1 grazie ai gol di Young, Eriksen, Lautaro Martinez su rigore, Ivan Perisic e Romelu Lukaku per i padroni di casa, mentre il gol della bandiera dei friulani è stato realizzato da Roberto Pereyra su calcio di rigore. Ora c’è grande attesa per il vertice tra il tecnico, Antonio Conte, e il presidente, Steven Zhang.

Inter, le parole di Zhang

Il presidente dell’Inter, Steven Zhang, ai microfoni di Dazn ha espresso la propria gioia per la vittoria dello scudetto:

“E’ un momento speciale, per tutto il lavoro svolto in questi anni. E’ bellissimo poter condividere tutto questo con i nostri tifosi intorno al mondo”.

Quando ha capito che l’Inter avrebbe vinto lo scudetto: “A essere onesto, fin dall’inizio della stagione, dal primo allenamento. In inverno, nella partita contro la Juventus ho visto una squadra cresciuta, pronta a vincere. Voglio ringraziare tutti coloro che mi hanno sostenuto. Ce l’abbiamo fatta, condivido la gioia per questo scudetto con tutti”.

Le parole di Stellini

Il vice allenatore di Antonio Conte all’Inter, Stellini, ha parlato del futuro:

“Bisogna fare un passo indietro e ripartire da due anni fa, quando Conte ha iniziato questo progetto. Un progetto triennale, importante, che doveva riportare l’Inter a vincere in Italia ed emergere in Europa. In Italia abbiamo ottenuto un traguardo fantastico, tra lo staff e i giocatori si è creata grande empatia. Il progetto dovrebbe proseguire, dovrebbe continuare. Questa, però, è una riposta che sarà la società a dare, perché è lei che crea il progetto. Se questo progetto può continuare, da parte nostra c’è l’entusiasmo di continuare. Ma quando hai a che fare con un allenatore top, i progetti devono essere di alto livello e devono restare in alto”.

L’eventuale cessione dei big: “Potrebbe cambiare le cose, ma deve essere la società a dirlo, a spiegarlo. Sono scelte che fa il club. Non so se succederà, non so quando ci sarà l’incontro e cosa si diranno. Ma, in quel caso, la società potrebbe decidere anche il destino del suo allenatore”.

Le ultime notizie sull’Inter