Il Lecce deve fare i conti con un terremoto inaspettato in queste ore. I salentini sono retrocessi in Serie B nelle scorse settimane dopo una lunga lotta per la salvezza e un duello con il Genoa. Nonostante ciò, la società sembrava orientata a confermare Fabio Liverani sulla panchina salentina. Non solo, dato che sembrava si fosse vicini al prolungamento del contratto, attualmente in scadenza a giugno 2022, di un’altra stagione, fino a giugno 2023. Oggi, poi, il colpo di scena, con il comunicato diramato dai pugliesi sui propri canali ufficiali.

Il comunicato del Lecce

Il Lecce ha ufficializzato l’esonero di Fabio Liverani, che non sarà sulla panchina salentina, dunque, nella prossima stagione. Questo il comunicato diramato dal club pugliese:

“U.S. Lecce S.P.A. comunica di aver sollevato in data odierna dall’incarico di tecnico della prima squadra il Sig. Fabio Liverani. Con riferimento ai rapporti di lavoro intercorrenti con il tecnico su menzionato l’US Lecce riserva ogni opportuna valutazione in ordine ad eventuali profili di responsabilità”.

Un comunicato che fa capire come il rapporto tra le parti non si sia interrotto in maniera amichevole. Anzi, sembra ci siano degli screzi alla base della decisione tra il patron, Sticchi Damiani, e lo stesso Fabio Liverani. L’allenatore, infatti, questa mattina avrebbe chiamato il presidente dicendosi restio a ripartire dalla Serie B.

Longo in pole per sostituirlo

Il futuro di Fabio Liverani, dunque, potrebbe essere ancora in Serie A. Non mancano le società interessate a lui. Alcuni club, però, hanno già trovato il loro allenatore, su tutti il Cagliari, che ha deciso di puntare su Di Francesco. Occhio al Genoa e all’Udinese, che per il momento hanno confermato Nicola e Gotti ma non sono esclusi colpi di scena. Il Lecce, intanto, è già a caccia del sostituto e in pole position ci sarebbe Moreno Longo, liberato dal Torino, che con il Frosinone aveva centrato la promozione al primo tentativo in carriera nel 2018.

Le ultime notizie sul Lecce