Dura meno di un mese l’avventura di Gennaro Gattuso sulla panchina della Fiorentina. Dopo soli 22 giorni, infatti, i viola hanno ufficializzato la separazione tra le parti. Un divorzio preannunciato da qualche giorno e figlio dei dissidi legati al mercato. Il tecnico premeva per l’acquisto di alcuni elementi che avevano il suo stesso agente, Jorge Mendes, su tutti Sergio Oliveira. Un’imposizione che non è piaciuta alla società, che non capiva la fretta di chiudere determinati affari a prezzi ritenuti eccessivi per l’età e per il momento storico che sta attraversando il mondo del calcio.

La Fiorentina ufficializza l’addio di Gattuso

La Fiorentina in tarda mattina ha deciso di ufficializzare l’addio di Gennaro Gattuso. La frattura che si è creata a causa delle vicende di mercato, infatti, era diventata insanabile. Questo il comunicato diramato dalla società sui propri canali ufficiali:

“ACF Fiorentina e Mister Rino Gattuso, di comune accordo, hanno deciso di non dare seguito ai preventivi accordi e pertanto di non iniziare insieme la prossima stagione sportiva. La Società si è messa immediatamente al lavoro per individuare una scelta tecnica che guidi la squadra Viola verso i risultati che la Fiorentina e la Città di Firenze meritano”.

I sostituti

La Fiorentina sta valutando i nomi dei possibili sostituti di Gennaro Gattuso. Sono quattro i tecnici in pole position per raccogliere la sua eredità. Il primo è quello di Rudi Garcia, che ha lasciato il Lione al termine di questa stagione. Con Garcia, uno dei nomi venuti fuori per primi è quello di Claudio Ranieri, leggermente sfavorito rispetto agli altri se si guarda al lato anagrafico ma forse più indicato alla guida di situazioni complesse, essendo uomo di enorme pragmatismo ed esperienza. In ascesa nelle ultime ore Fabio Liverani. Occhio anche a Walter Mazzarri, che freme per tornare in pista.

Le ultime notizie sulla Fiorentina