Termina il match tra Roma e Borussia M’Gladbach nella terza giornata della fase a gironi di Europa League. Finisce 1-1 all’Olimpico ma sicuramente ci saranno tantissime polemiche adesso. Reti di Zaniolo al 32′ e di Stindl su rigore al 95′, che però non c’era solo per usare un eufemismo. Topica clamorosa dell’arbitro scozzese Collum e senza il VAR l’errore è rimasto tale beffando i giallorossi.

LA CRONACA DELLA PARTITA – La Roma di Paulo Fonseca torna in campo in Europa League nella terza giornata della fase a gironi. E allo stadio Olimpico i giallorossi ospitano il Borussia Moenchengladbach di Marco Rose. La Roma ha iniziato la propria Europa League con 4 punti in due giornate. Dopo la netta vittoria casalinga per 4-0 contro l’Istanbul Basaksehir, i giallorossi non sono andati al di là di un pareggio per 1-1 in Austria sul campo del Wolfsberger. Dall’altra parte il Borussia Moenchengladbach ha invece iniziato malissimo, cadendo in casa per 4-0 contro il Wolfsberger. I tedeschi poi sono riusciti ad ottenere un pareggio al 91’ nel secondo turno, trovando l’1-1 contro l’Istanbul Basaksehir.

Sul fronte formazioni ufficiali, Paulo Fonseca manda in campo i suoi col 4-2-3-1. In porta Pau Lopez con Spinazzola, Fazio, Smalling e Kolarov in difesa. Mancini e Veretout in mezzo al campo con Kluivert, Zaniolo e Pastore a supportare Dzeko. Risponde Marco Rose col modulo 4-4-2 con questo undici di partenza: Sommer tra i pali, Lainer, Jantschke, Elvedi e Bensebaini in difesa. In mezzo al campo Herrmann, Kramer, Zakaria e Nehaus con Embolo e Thuram di punta.


Primo tempo, 1-0 firmato Zaniolo


esultanza gol Zaniolo, Roma-Gladbach

Il match inizia subito su ritmi alti e con un Borussia pericolosissimo all’8’: calcio piazzato di Neuhaus e deviazione sotto misura di Bensebaini fermato solo dalla traversa con Lopez battuto. I tedeschi insistono e poco dopo un diagonale col destro di Embolo fa venire un brivido a Pau Lopez. Roma in difficoltà e al 14’ ci prova anche Thuram per gli ospiti mettendo fuori ma non di molto. Passata la sfuriata tedesca, la Roma inizia a giocare con maggior insistenza nella metà campo avversaria, con Pastore pericoloso al 23’.

I giallorossi premono e al 32’ passano in vantaggio: calcio d’angolo battuto ad uscire col destro da Veretout, imperioso stacco di testa di Zaniolo a battere Sommer. Il finale di tempo vede il Gladbach lasciare spazi alle ripartenze romaniste, a segno anche con Dzeko ma pescato in fuorigioco sul passaggio verticale di Veretout. All’intervallo comunque la Roma è avanti.


Secondo tempo, finisce 1-1

Smalling-Embolo, Roma-Gladbach


Il secondo tempo si apre senza cambi e con una pioggia che diventa sempre più forte. Il match resta in equilibrio e iniziano dunque ad arrivare anche i primi cambi. La prima mossa è di Marco Rose che fa entrare Hofmann al posto di Herrmann. Risponde Fonseca inserendo Perotti al posto del connazionale di Pastore. Le occasioni latitano, ma il match si fa anche duro con interventi al limite che costringono l’arbitro scozzese Collum ad estrarre più volte il cartellino giallo.

Si entra nell’ultimo quarto d’ora dunque con la Roma sempre avanti 1-0. Al 76’ arrivano gli ultimi due cambi nei tedeschi con Stindl per Embolo e Benes per Kramer. Nella Roma invece è Zaniolo a lasciare il campo in favore di Antonucci. A cinque dal 90’ entra anche Florenzi per Kluivert col chiaro intento di difendere il risultato. E proprio il neoentrato si divora il raddoppio spedendo a lato tutto solo davanti a Sommer. Un errore che rischia di essere pagato a caro prezzo, quando a sua volta Thuram spreca da pochi passi alzando la mira su un cross teso dalla destra. Al 95′ però arriva l’1-1 del Gladbach, ma il rigore fischiato da Collum è inventato. L’arbitro vede il tocco di mano del difensore, ma il centrale inglese viene colpito sul volto. Dal dischetto Stindl spiazza Pau Lopez e fa 1-1.


Info Europa League

DATE E CALENDARIO EUROPA LEAGUE 2019-2020

CALENDARIO, DATE E ORARI FASE A GIRONI LAZIO EUROPA LEAGUE

CALENDARIO, DATE E ORARI FASE A GIRONI ROMA EUROPA LEAGUE