La Juventus supera 3-0 il Bayer Leverkusen con le reti di Higuain, Bernardeschi e Cristiano Ronaldo, portandosi al comando del Gruppo D di Champions League, assieme all’Atletico Madrid, a sua volta vittorioso per 2-0 sul campo del Lokomotiv Mosca. Partita controllata dall’inizio alla fine per la formazione di Sarri, con Higuain migliore in campo.

LA CRONACA DELLA PARTITA – Nella seconda giornata del Gruppo D di Champions League, la Juventus di Maurizio Sarri riceve la visita all’Allianz Stadium del Bayer Leverkusen guidato da Peter Bosz. La Juventus ha iniziato il proprio cammino pareggiando per 2-2 sul campo dell’Atletico Madrid, non riuscendo a gestire la situazione di doppio vantaggio venutasi a creare dopo i gol di Cuadrado e Matuidi. Dunque adesso serve una vittoria per non complicarsi la vita in ottica qualificazione agli ottavi di finale. Dall’altra parte c’è un Bayer Leverkusen che invece ha perso all’esordio nel 2-1 interno contro il Lokomotiv Mosca. Una sconfitta pesante per morale e classifica, in quella che sulla carta avrebbe dovuto rappresentare il match più semplice dell’intero raggruppamento.

Sul fronte formazioni ufficiali, Maurizio Sarri mette in campo i suoi col 4-3-1-2. Davanti a Szczesny spazio per la difesa a quattro con Cuadrado, Bonucci, De Ligt e Alex Sandro. A metà campo il trio formato da Khedira, Pjanic e Matuidi, mentre in avanti è tridente con Bernardeschi, Higuain e Cristiano Ronaldo. Risponde Peter Bosz con lo schieramento 4-4-2 molto offensivo. Davanti a Hradecky ci sono Weiser, Tah, Sven Bender e Wendell, con Aranguiz e Baumgartlinger a metà campo. In avanti spazio per Havertz e Demirbay sulle fasce, con Volland e Alario nel duo d’attacco.


Primo tempo, Higuain fa 1-0


Bernardeschi-Bender, Juventus-Bayer Leverkusen

Il match inizia su buoni ritmi, anche se per vedere la prima trama offensiva pericolosa della Juventus, bisogna aspettare il 14’: apertura favolosa di Pjanic che mette in moto Cuadrado sulla fascia destra,  l’esterno colombiano guadagna il fondo e crossa al centro senza trovare compagni di squadra. I tedeschi sono ben disposti in campo, ma un errore è fatale. Infatti al 17’ Juventus in vantaggio: lancio lungo di Cuadrado, indecisione di Tah che colpisce di testa ma senza allontanare, Higuain controlla col destro e con un perfetto destro la mette all’angolino alla destra di Hradecky.

A quel punto il Leverkusen è costretto a giocare con più insistenza nella metà campo bianconera, pur non sbilanciandosi più di tanto. Anche perché la Juventus quando attacca è sempre pericolosa, come al 40’ e ancora con Higuain: l’argentino riceve palla da Pjanic e calcia di prima intenzione a giro col destro, Hradecky è attento e respinge in tuffo molto bene. Sul finire di tempo ospiti pericolosi con una bella apertura di Havertz per Volland, ma Cuadrado è determinante a chiudere sul cross del capitano del Bayer. Il primo tempo finisce 1-0.


Secondo tempo, la chiudono Bernardeschi e CR7


esultanza gol Bernardeschi, Juventus-Bayer Leverkusen

Il secondo tempo si apre con un cambio ordinato da Bosz, spazio per Amiri al posto di Demirbay. E l’inizio di ripresa vede un Bayer propositivo che ci prova con un destro di Aranguiz che si perde sul fondo. Tuttavia le occasioni migliori sono sempre della Juventus, come al 58’ con Ronaldo: buono spunto di Cuadrado che supera Wendell e serve CR7 stop e tiro dall’interno dell’area di rigore ma Hradecky si salva con un bell’intervento. Tuttavia il 2-0 è solo rimandato e arriva al 62’: Higuain si allarga sul lato sinistro dell’area di rigore e mette dentro a rimorchio per Ronaldo che fallisce la conclusione, il pallone arriva comunque a Bernardeschi che calcia superando Hradecky.

Match dunque in totale controllo per la Juventus, che sfiora il tris con un calcio d’angolo di Pjanic che colpisce direttamente il palo. Ma non solo perché Ronaldo spreca ancora al 74’, quando il portoghese sciupa la palla del 3-0, servito ancora alla perfezione da Higuain. Arriva anche una chance per gli ospiti, ma il pallonetto del neo entrato Paulinho, sull’uscita di Szczęsny, termina alto. Nel finale Sarri manda in campo Bentancur, Ramsey e Dybala. Però Ronaldo vuole lasciare il proprio timbro e all’89’ il numero 7 fredda Hradecky con un destro di prima intenzione. Finisce così, la Juventus vince senza affanni.


INFO CHAMPIONS LEAGUE 2019-2020

CALENDARIO, DATE, ORARI E GRUPPO DELLA JUVENTUS

CALENDARIO COMPLETO FASE A GIRONI CHAMPIONS LEAGUE 2019-2020

DATE CHAMPIONS LEAGUE 2019-2020 SINO ALLA FINALE

PARTITE IN CHIARO SU MEDIASET DELLA CHAMPIONS LEAGUE 2019-2020