Vigilia di Champions League per l’Atalanta, che domani affronterà lo Shakhtar Donetsk nella seconda giornata della fase a gironi del gruppo C. Gara che si disputerà in campo neutro, allo stadio Meazza di Milano. Partita già importante per i bergamaschi, alla loro prima storica partecipazione in Champions League. La squadra di Gasperini ha perso nella prima giornata a Zagabria contro la Dinamo, con i croati che si sono imposti con un perentorio 4-0. Per questo un passo falso potrebbe essere fatale in ottica passaggio del turno.

Dove vedere Atalanta-Shakhtar Donetsk

Atalanta, la conferenza stampa di Gasperini

Il tecnico dell’Atalanta, Gian Piero Gasperini, ha parlato in conferenza stampa alla vigilia del match di Champions League contro lo Shakhtar Donetsk, di scena allo stadio Meazza di Milano. Queste le parole dell’allenatore:

Sfida decisiva: “È importante, chiaro che il risultato di Zagabria ci costringe a cercare di fare un’ottima gara. È un girone di sei partite dove i margini di errore sono davvero pochi”.

L’avversario: “Lo Shakhtar non lo scopro io, parlano i risultati. Hanno dei giocatori di valori, in Champions hanno giocato delle partite ad altissimi livelli. Hanno un’abitudine maggiore rispetto a noi, ma dobbiamo imparare in fretta. Anche per noi è una curiosità, vogliamo capire quanto siamo distanti da loro. Dopo Zagabria vogliamo fare punti, non è solo una partecipazione. Da una parte ci aspettavamo questo pubblico, ma può essere una serata memorabile come le altre. Domenica avremo anche il nostro stadio dove avremo voluto giocare la Champions League”.

La sconfitta contro la Dinamo Zagabria: “Da quella partita abbiamo tratto delle conclusioni che ci hanno portato ad avere un’ottima reazione. Sicuramente è stata dolorosa, ma utile. Vedremo se domani sapremo trarre indicazioni da quella partita”.

La formazione

esultanza gol Zapata, Roma-Atalanta

Il tecnico dell’Atalanta ha dato indicazioni di formazione anche:

Scelte di formazione: “In questo tipo di partite sono fondamentali tante cose, bisogna attaccare bene. Sono partite di alto livello, le componenti sono tante. La partita è importante per noi, ma anche per loro. Credo che le componenti sono veramente molte. Ormai non parlerei nemmeno di turnover, la nostra formazione è composta da almeno 16 titolari. C’è una normale alternanza dovuta alle partite ravvicinate, ma chi gioca per me è un titolare”.

Vedere qualcosa di diverso: “Qualcosa di diverso lo abbiamo messo in campo nelle partite successive. Per me è la competizione migliore per club, non c’è nessun dubbio. Ci sono le migliori squadre in Europa, è indubbiamente la competizione dove ci sono squadre migliori. Quando hai la bravura e la fortuna di partecipare trovi il meglio. La partecipazione in Europa League ci ha permesso di fare anche meglio in campionato, credo che da questa competizione ne usciremo migliori”.

Le condizioni di Gomez e Muriel: “Bisogna solo valutare il Papu, Muriel non è al meglio ma è abile e arruolato”.

Le ultime notizie sull’Atalanta