La stagione dell’Atalanta è stata ancora una volta al di sopra di ogni aspettativa. I bergamaschi sono quarti in classifica e puntano ad un nuovo piazzamento in Champions League. Obiettivo tutt’altro che difficile da conseguire visti i tre punti di vantaggio sulla Roma e la partita interna da recuperare contro il Sassuolo. Ma è proprio in Champions che i bergamaschi stanno scrivendo la storia. I nerazzurri, infatti, alla loro prima partecipazione nella massima competizione europea, hanno strappato il pass per i quarti di finale eliminando il Valencia agli ottavi. Le prestazioni della rosa non sono passate inosservate e inevitabilmente hanno attirato le attenzioni dei top club europei.

Il Tottenham guarda in casa Atalanta

Il Tottenham potrebbe essere uno dei club a bussare alle porte dell’Atalanta nella prossima sessione di calciomercato. Gli Spurs avrebbero messo gli occhi sull’estremo difensore, Pierluigi Gollini, diventato titolare inamovibile in questa stagione. Il portiere è stato più volte decisivo, sia in Italia che in campo europeo. Gli inglesi lo starebbero seguendo visto che il futuro di Lloris è tutt’altro che chiaro, con il francese che ha il contratto in scadenza a giugno 2022 e il rinnovo tarda ad arrivare. Il tecnico del Tottenham, José Mourinho, sarebbe pronto a tutto per riuscire a strappare il portiere all’Atalanta nella prossima stagione. Il classe 1995, comunque, è blindato da un contratto fino al 2023 e questo pone il club di Percassi in una posizione di forza in sede di trattativa. Dopo aver venduto Kulusevski alla Juventus per 40 milioni di euro, infatti, il bilancio è florido e non c’è bisogno della cessione di un big, a meno che non sia lui a chiederlo.

C’è anche il Milan

Ivan Gazidis, ad Milan

Su Pierluigi Gollini ci sarebbe anche il forte interesse del Milan. I rossoneri, molto probabilmente, dovranno cercare il sostituto di Gigio Donnarumma, che sarà ceduto essendo in scadenza a giugno 2021. Proprio con il tesoretto ricavato dalla sua partenza si potrebbe intavolare una trattativa con l’Atalanta. I bergamaschi, comunque, hanno già fatto sapere di non essere interessati a sedersi al tavolo delle trattative per offerte inferiori ai 25-30 milioni di euro. Solo l’inserimento di una contropartita tecnica importante potrebbe abbassare l’esborso economico.

Le ultime notizie sull’Atalanta