La prima amichevole precampionato dell’Atalanta è andata agli archivi. La formazione allenata da Gian Piero Gasperini ha giocato il primo test estivo contro la Rappresentativa Città di Clusone. Due tempi da 35′ dove il tecnico di Grugliasco ha testato il solito 3-4-2-1, marchio di fabbrica della compagine orobica negli ultimi anni. Il risultato conta poco o niente, comunque Atalanta vittoriosa 5-1 con la doppietta di Barrow, più i sigilli di Gomez, Colley e Traoré.

Le parole di Gasperini

E proprio l’allenatore dell’Atalanta, Gian Piero Gasperini, ha parlato di tanti temi al termine della sfida amichevole: “L’affetto enorme della gente è straordinario, è un’ambizione in più per tutti. Sappiamo di aver già reso tanta gente felice, ma anche che dobbiamo resettare tutto e ripartire da zero per la prossima stagione.

La Champions? Abbiamo avuto incoraggiamenti da tutte le tifoserie e anche da tanti personaggi illustri del mondo del calcio come Del Piero. Gli apprezzamenti fanno piacere, ma non dobbiamo volare troppo in alto. Sappiamo che la prossima stagione può essere molto bella ed esaltante, ma anche che sarà ancora più difficile. Giocare a San Siro? E’ uno stadio conosciuto e apprezzato in tutto il mondo, sarà una bella opportunità per noi. Giocheremo in una cornice molto prestigiosa e ne siamo orgogliosi. Dovremo stare doppiamente attenti anche per questo”.

Gasperini sul calciomercato Atalanta

In queste ore verrà ufficializzato l’arrivo di Ruslan Malinovskyi dal Genk, gran colpo dal Genk per 13 milioni di euro. E Gasperini ne ha parlato così: “È un giocatore che è stato seguito a lungo dai nostri scout, con relazioni molto positive. Quando possiamo arrivare a prendere buoni giocatori la società non ci pensa due volte. Cercheremo la migliore sistemazione in campo per lui, è diverso dagli altri centrocampisti che abbiamo in rosa come De Roon e Freuler, è un po’ più offensivo e può sostituire anche Gomez tra le linee. È senza dubbio un bel colpo in vista della Champions”.

Mancini alla Roma? Mancini per ora è all’Atalanta. Salvo sorprese, dovrebbe arrivare domenica. Poi ci sono parecchi nomi che stiamo valutando sul mercato in entrata chiaramente. Paura di perdere qualche big, tipo Zapata per un’offerta irrinunciabile? Su questo è stato molto chiaro il presidente. L’unico che potrebbe avere un’offerta di questo tipo è Zapata, ma oggi quest’offerta non c’è. Non ci possiamo fasciare la testa prima di rompercela (ride, ndr)”.

Come sta Muriel? Gli sono bastate quattro settimane. Luis si è allenato bene a casa sua, lo ha seguito con attenzione il nostro fisioterapista e l’infortunio è stato meno grave di quello che potesse sembrare inizialmente. Ha avuto una bella passerella, si è presentato ai nuovi tifosi. Cosa manca? Il mercato è ancora lungo, intanto ora farà le visite Malinovskyi. Tutte le squadre ai piani alti si stanno rinforzando, anche noi abbiamo quindi bisogno di fare ancora qualcosina. La società sta lavorando bene e si sta sforzando per trovare profili giusti per aiutarci fin da subito. Ci serve soprattutto un’alternativa importante a Ilicic là davanti, poi bisogna vedere cosa succede con Mancini. Se parte lui, dobbiamo per forza rimpiazzarlo bene”.

LE ULTIME NOTIZIE SULL’ATALANTA