La giornata numero 5 di partite in quel di Wimbedon ha visto designare i primi otto giocatori qualificati per gli ottavi di finale che si giocheranno lunedì prossimo, 8 luglio. Gli occhi erano puntati ovviamente sul numero uno del mondo Novak Djokovic, in campo sul centrale di Londra. E il serbo ha dovuto ricorrere a quattro set per avere la meglio sul polacco Hurkacz, capace di vincere il secondo parziale al tiebreak, dopo aver perso il primo per 7-5. Negli ultimi due set per, Djokovic ha rimesso le cose a posto, volando subito via sul 6-1 e chiudendo 6-4 nel quarto.

Fabbiano sconfitto da Verdasco

Finisce invece nel terzo turno l’avventura di Thomas Fabbiano in quel di Wimbledon. Il 30enne di Grottaglie ha provato a giocare al massimo delle sue potenzialità contro Fernando Verdasco, ma il veterano spagnolo si è confermato in ottima forma non lasciando scampo al tennista azzurro. Quest’ultimo ha ovviamente pagato anche le due ‘maratone’ contro Tsitsipas al primo turno e Karlovic nel secondo.

Due successi in cinque set che hanno ‘fiaccato’ le energie di Fabbiano, superato col punteggio di 6-4, 7-6 (1), 6-4 dopo 2 ore e 21 minuti di gioco. Negli ottavi di finale Verdasco se la vedrà contro il belga David Goffin, che si è imposto nel match più lungo di giornata battendo il russo Medvedev con lo score di 4-6, 6-2, 3-6, 6-3, 7-5.

Gli altri risultati

Per quanto riguarda gli altri risultati invece, i primi a staccare un pass per gli ottavi di finale sono stati il francese Benoit Paire e il canadese Milos Raonic. Il primo ha sconfitto per 5-7, 7-6, 6-3, 7-6 il ceco Vesely, mentre il secondo ha eliminato l’americano Opelka nettamente per 7-6, 6-2, 6-1.

Agli ottavi di finale si è qualificato anche lo spagnolo Roberto Bautista-Agut, superando in tre parziali il russo Karen Khachanov per 6-3, 7-6, 6-1. Una delle sorprese di giornata è quella che ha visto il sudafricano Kevin Anderson uscire sconfitto abbastanza nettamente. Il finalista del 2018 è stato superato dall’argentino Guido Pella per 6-4, 6-3, 7-6. L’ultima sfida è invece quella iniziata in serata tra Auger-Aliassime e Humbert, che ha visto anche a sorpresa imporsi quest’ultimo in sol tre set. E dunque il numero 21 canadese è un’altra delle vittime eccellenti di questa prima settimana di Wimbledon.

DATE, CALENDARIO E TABELLONI WIMBLEDON 2019