Tennis, ATP Parigi: trionfa Khachanov – Una finale che non ha avuto praticamente storia. E a sorpresa, ma neanche troppo, è Karen Kachanov ad aggiudicarsi il Masters 1000 di Parigi. Per il russo si tratta della prima affermazione in un 1000, facendo tre su tre nelle finali di quest’anno, dopo aver vinto a Marsiglia e Mosca. Nulla da fare per il nuovo numero 1 del mondo, da lunedì, Novak Djokovic piegato 7-5, 6-4. Il serbo è rimasto con testa e fisico alla semifinale con Roger Federer, esausto dopo l’epica battaglia contro lo svizzero andata in scena sabato sera. Per Djokovic la stagione resta comunque iper positiva, in attesa del Masters dei campioni di Londra. Questa di Parigi è stata la sesta finale del 2018. Dopo la sconfitta al Queen’s ha conquistato Wimbledon, il Masters 1000 di Cincinnati, gli Us Open e il 1000 di Shanghai arrivando a 72 i trofei in bacheca.

PARTITA DOMINATA DA KHACHANOV

La partita ha visto una partenza ottima di Djokovic salito in fretta sul 3-1. Ma i lampi del serbo si sono dissolti allo stesso modo, con Khachanov a riprendere subito l’avversario sul 3-3. La svolta poi arriva sul 5-5, quando il russo ottiene il secondo break di giornata e chiude 7-5 dopo 58 minuti di gara. Molto meno combattuto il secondo set, con Khachanov che trova l’allungo già nel terzo game andando poi sul 3-1. Djokovic lotta e resiste, annullando anche tre break point sul 2-4. Ma non c’è molto da fare. Il 22enne di Mosca è più fresco e reattivo chiudendo 6-4 dopo 1 ora e 39 minuti.

Durante la premiazione sono arrivate alcune battute dei due. “Sono sicuro che vedremo Karen protagonista di tante finali in futuro” ha detto il serbo.”Congratulazioni a Novak per il suo incredibile rientro – ha detto il vincitore -, sei un esempio per tanti di noi, sei sempre stato un eroe di questo sport e sono fiero di aver condiviso il campo con te per questo giorno così importante”.

TI POTREBBE INTERESSARE…

Scommetti sul tennis? Scopri i migliori bookmakers aams e non aams