Alexander Zverev è il primo finalista delle ATP Finals 2018, col tedesco che ha battuto in due set Roger Federer col punteggio di 7-5, 7-6. Un match praticamente perfetto quello giocato dal tedesco, che riporta un rappresentante teutonico in finale alle Finals 22 anni dopo Boris Becker. Nella seconda semifinale si sono affrontati Novak Djokovic e Kevin Anderson. E qui non c’è stata assolutamente partita, col serbo che si è imposto col punteggio severo di 6-2, 6-2. Un dominio totale quello del serbo numero uno del mondo, che ha strapazzato il sudafricano, vincendo in un’ora e 17 minuti di gioco.

Zverev batte Federer 7-5, 7-6 (5)

LA PARTITA – Il match inizia con Zverev al servizio e con un andamento del punteggio che segue i turni in battuta. I primi 6 game volano via, senza che ci siano sussulti. Nel settimo gioco Federer sale 15-30, ma il tedesco non si fa prendere dal panico e con due vincenti si porta sul 4-3. Sul 6-5 Zverev, sembra tutto pronto per il tiebrek, ma all’improvviso lo svizzero accusa un black-out con tre palle break (set point) che lo portano sul 7-5.

Il secondo set parte con un Federer più aggressivo e i frutti si vedono subito, con l’elvetico che ottiebe il primo break di giornata dopo 52 minuti con un bellissimo rovescio lungo linea. Ma è solo un flash quello del numero 3 del mondo, visto che nel quarto game arriva l’immediato contro break. A rendere complicato il match di Federer è una prima di servizio che non arriva, con percentuali al di sotto del 50%. Sul 4-3, Zverev sale 0-30 e sembra poter dare la spallata decisiva. Lo svizzero reagisce aiutato sì, questa volta, dal servizio e rimonta. Si va al tiebreak sul 6-6: la sfida resta in equilibrio anche in questo frangente, ma il punto decisivo si gioca sul 5-4 Zverev, quando Federer sbaglia una comoda volée a campo aperto. Sul 6-5 il tedesco va al servizio e con uno schiaffo al volo di rovescio chiude la partita.

TI POTREBBE INTERESSARE…

Scommetti sul tennis? Scopri i migliori bookmakers aams e non aams