Tra gli eventi di tennis rinviati a causa dell’emergenza Coronavirus c’è stato anche quello riguardante l’edizione numero 77 degli Internazionali Bnl d’Italia in programma a Roma. Questi erano in programma da lunedì 4 a domenica 17 maggio, ossia dall’inizio delle prequalificazioni sino al giorno della finale. Ma ovviamente tutto è saltato, così come l’intera stagione sulla rossa nelle date stabilite.

Tuttavia adesso l’ATP, governata dal presidente Andrea Gaudenzi, sta lavorando per riuscire a ricalendarizzare al meglio l’intera stagione sul rosso. Anche perché già quella sull’erba, compreso Wimbledon, è stata definitivamente cancellata.

Internazionali d’Italia 2020 tra settembre e ottobre?

Nelle ultime ore, durante un’intervento in videoconferenza all’evento “Il tennis per ripartire a i tempi del coronavirus. Presente e futuro”, il presidente della Fit, Angelo Binaghi, ha fatto il punto sulla situazione dello sport, pronto a ripartire nella ‘fase 2’. E tra gli argomenti toccati anche le nuove possibili date degli Internazionali di Roma, che potrebbero giocarsi tra fine settembre e inizio ottobre 2020:

“Il primo passo che ci dovrebbe consentire di ottenere ulteriori risorse da utilizzare per sostenere le società e l’intero sistema – ha detto Binaghi – è la riprogrammazione degli Internazionali BNL d’Italia che contiamo di fare in autunno. Speriamo che l’Atp ci dia il via libera quanto prima”.

A conferma di ciò Vito Cozzoli, presidente di Sport e Salute, ha scongiurato anche l’ipotesi di un trasferimento del torneo in altre città, si era parlato di Cagliari e Milano. “Verifichiamo con l’Atp e la Wta una nuova finestra per giocare gli Internazionali tra settembre e ottobre. Sulla terra rossa e nella loro sede naturale, il Foro Italico. C’è da preservare la sede storica del torneo: il parco del Foro Italico. Del resto non dimentico la battaglia ingaggiata proprio dal presidente Binaghi pochi anni fa per ottenere dalle istituzioni il riconoscimento del valore, economico e non solo, del torneo disputato a Roma”.

Il nuovo possibile calendario del Tennis 2020

Fognini, Atp Roma 2019

Come detto ATP e WTA stanno lavorando per trovare delle soluzioni e stilare un nuovo calendario 2020 del tennis. Anche perché si starebbe varando un “piano B” per la ripresa del tennis maschile e femminile, specialmente nel caso in cui gli Us Open, previsti dal 31 agosto al 13 settembre, dovessero saltare a causa dell’emergenza che negli Stati Uniti è ancora particolarmente rilevante.

A questo proposito il mese di settembre sarebbe dedicato interamente alla stagione sulla terra rossa, con prima gli Internazionali d’Italia e poi il Masters 1000 di Madrid. Queste due prove in preparazione al Roland Garros a Parigi già spostato al 20 settembre. L’intenzione primaria è quella di salvaguardare l’integrità di quanti più tornei possibili, con priorità ai Masters 1000 e agli Atp 500, i più importanti a ridosso dei quattro Slam. Il circuito potrebbe dunque proseguire da ottobre in avanti con Pechino, Tokyo, Shanghai, Basilea, Vienna, Parigi-Bercy e le Atp Finals di Londra. Tuttavia prima di metà maggio sarà difficile saperne di più.