Australian Open 2019: è la Osaka a trionfare tra le donne. L’Italia gioisce con Musetti

Naomi Osaka trionfa nella finale femminile degli Australian Open 2019, diventando anche la numero uno del mondo: per l'Italia ala gioia arriva da Musetti

52

Naomi Osaka si conferma la più forte attualmente nel tennis femminile mondiale e si porta a casa anche gli Australian Open 2019. E se il successo negli US Open a settembre del 2018 era stato “macchiato” da quanto accaduto nella finale con Serena Williams e la ‘lite furibonda’ col giudice di sedia, la vittoria di Melbourne arriva senza discussioni. La giapponese inoltre raddoppia la soddisfazione, visto che la vittoria del secondo Slam in carriera gli vale anche il primo posto nella classifica mondiale della WTA.

Kvitova s’inchina alla Osaka

Nella finale della Rod Laver Arena, si vede dell’ottimo tennis con una Petra Kvitova molto combattiva e decisa a lottare sino all’ultimo anno dopo qualche anno di sofferenza. Nel dicembre del 2016 l’aggressiona subita, tante operazioni e il lento risalire, sino ad arrivare cinque anni dopo ad un’altra finale di un Major. Un match giocato sul filo dell’equilibrio, col primo set che viene deciso al tiebreak. Non arrivano break nel primo parziale, anche se le occasioni di allungare non mancano ad entrambe. Sul 6-5 Osaka la giapponese ha anche due set point, ma la ceca è brava a prolungare l’esito del set. Nel tiebreak però la Osaka si dimostra più in palla e chiude abbastanza velocemente col punteggio di 7-2.

Il secondo set si apre in maniera più ‘sbarazzina’, con la Kvitova che prova un mini allungo sul 2-0. Ma la Osaka non è d’accordo: la giapponese recupera subito il break e poi lei stessa va avanti nel quinto game col break che la porta sul 4-2, mantenendo il successivo servizio. La Kvitova prova a restare attaccata al match, ma sul 5-3 la giapponese sembra avere ormai in pugno match, torneo e primato. Sullo 0-40 arrivano tre match point, ma qualcosa si ‘rompe’, la Kvitova risale la china e sul 5-4 addirittura trova il break che la rimette in carreggiata, salendo anche 6-5 dopo aver annullato un break point. La Osaka va in “tilt” totale, la Kvitova ne approfitta va 0-40 e chiude al primo set point sul 7-5, rinviando tutto al set decisivo.

Osaka tiene duro nel terzo set

Il terzo parziale vede però la reazione della Osaka nel momento più difficile e con l’inerzia nervosa tutta dalla parte della ceca. La giapponese va avanti di un break sul 3-1, portandosi nuovamente avanti. Sul 3-2 la nipponica salva una palla break, invece tre la Kvitova sul 2-4 recuperando da 0-40. Sul 5-4 si torna all’epilogo del secondo set, con la Osaka al servizio. La numero 4 inizia con un ace e un dritto lungo linea, sale 40-0 e ancora tre match point da gestire. E dopo due ore e 27 minuti arriva un servizio vincente sul 40-15 e chiude il match.

PRONOSTICO DJOKOVIC-NADAL 27 GENNAIO

Musetti vince titolo junior Australian Open 2019

Ma c’è da far festa anche in casa Italia. Infatti Lorenzo Musetti ha vinto a 16 anni il titolo junior degli Australian Open 2019. L’atleta toscano, numero 4 del mondo nella categoria giovani, ha battuto in finale l’americano Emilio Nava, 17enne e numero 22 del ranking, con il punteggio di 4-6 6-2 7-6 (12) al termine di un tie-break infinito chiuso sul 14-12 con un dritto dell’americano finito fuori.

Un successo storico per i colori azzurri, dato che mai nessuno prima era riuscito in questa impresa. I migliori risultati agli AO giovanili erano stati fatti registrare nel 2007 e nel 2013 con le semifinali raggiunte da Fabbiano e Baldi. Per lui una sorta di rivincita, dato che a settembre del 2018 era stato piegato nella finale degli US Open dal brasiliano Seyboth Wild. Ecco di seguito il video del match point con cui Musetti ha potuto poi gioire.

DIRETTA STREAMING DJOKOVIC-NADAL 27 GENNAIO