La prima grande sorpresa delle ATP Finals 2018 di Londra arriva subito. Roger Federer infatti è stato sconfitto nella prima giornata del Gruppo Hewitt, sconfitto 7-6, 6-3 da Kei Nishikori. Lo svizzero è stato troppo falloso, specie nel secondo seto, finendo per “consegnarsi” alla regolarità e incisività del giapponese. Dunque adesso per l’elvetico le cose si mettono male, con le sfide contro Dominic Thiem e Kevin Anderson che diventeranno decisive. Specie la prima contro l’austriaco di martedì sera, visto che anche Thiem è andato ko in due set contro il sudafricano.

Federer arrabbiato per la sconfitta

Un Roger Federer che sarà dunque chiamato a reagire sin da subito, altrimenti la sua avventura in quel di Londra nel “torneo del Maestri”, sarà già finita. In conferenza stampa il numero 3 del mondo ha dichiarato: “Entrambi abbiamo lottato nel primo set e forse ho avuto un po’ più di possibilità io. Poi ho cominciato a sentirmi meglio nel secondo set, penso che valga per entrambi. Il livello è salito. Purtroppo però non sono riuscito a tenere il break di vantaggio che mi ero preso in apertura. Penso che questo sia stato importante alla fine. Credo che la chiave del match siano stati quei dieci minuti tra la fine del primo set e l’1-1 del secondo. Forse sarebbe cambiato qualcosa se fossi stato avanti anzichè sotto”.

Un Federer apparso oltremodo nervoso per l’andamento del match, punito anche con un warning per un code violation: “Entrambi eravamo un po’ nervosi, non sapendo come aggredire la seconda di servizio. Ho visto che lo stesso è successo a Thiem, ma entrambi abbiamo lottato per risolvere al più presto questo problema. Il warning? Il giudice di sedia pensava che fossi arrabbiato, non lo ero. Ora sono arrabbiato perchè ho perso, ma non lo ero in campo.”

TI POTREBBE INTERESSARE…

Scommetti sul calcio? Scopri i migliori bookmakers aams e non aams

 Nishikori-Federer, Highlights 7-6, 6-3