Serie B, Lecce-Ascoli subito sospesa: terribile scontro per Scavone, il calciatore è fuori pericolo

    Momenti di apprensione in campo al via del Mare. Scavone, dopo un contrasto aereo, ha battuto il capo a terra e ha perso conoscenza

    162

    Pochissimi secondi di gioco e Lecce-Ascoli è stata subito sospesa. Il motivo è il terribile scontro che ha visto protagonista il centrocampista del Lecce, Manuel Scavone. Dopo il calcio d’inizio battuto dagli ospiti, lancio lungo dalle retrovie e scontro aereo con ‘protagonista’ Scavone. Quest’ultimo, colpito dalla spalla di Beretta, è caduto a terra già privo di sensi, sbattendo poi il capo sul terreno di gioco.

    Lecce-Ascoli sospesa, Scavone cosciente

    Immediati i primi soccorsi arrivati dei medici richiamati a gran voce e da segni inequivocabili dei giocatori in campo. Poco dopo è entrata in campo anche l’ambulanza con i giocatori di Lecce e Ascoli che hanno tolto i cartelloni pubblicitari per permettere al veicolo di fare il proprio ingresso sul terreno di gioco. Le prime indiscrezioni hanno rassicurato tutti, con uno Scavone comunque cosciente, caricato sull’ambulanza dopo una lunga procedura per immobilizzare il corpo del centrocampista dei salentini.

    A quel punto i giocatori di Lecce e Ascoli hanno chiesto di poter non giocare la partita, con l’arbitro Baroni, che sentiti i delegati della Lega di B e il presidente Balata telefonicamente, ha sospeso la partita. Se le condizioni di Scavone dovessero migliorare e stabilizzarsi, la gara potrebbe essere recuperata nella giornata di sabato.

    Il primo report medico su Scavone

    ORE 22:15 – Arrivano i primi aggiornamenti direttamente da Lecce sulle condizioni fisiche di Manuel Scavone. Secondo quanto rivelato da Sololecce.it il giocatore, che è vigile e cosciente, avrebbe subito un forte trauma cranico con leggero interessamento spinale. Nelle prossime ore sono attese ulteriori novità dall’ospedale Vito Fazzi dove il centrocampista è ricoverato e dove passerà la notte in osservazione. Nel frattempo il match è stato rinviato a data da destinarsi, come comunicato ufficialmente dal Lecce.

    Le parole di Sticchi Damiani, presidente del Lecce

    ORE 22:50 – Il presidente del Lecce Saverio Sticchi Damiani ha parlato dopo l’infortunio occorso a Scavone facendo il punto sulla situazione: “Volevo comunicarvi che Manuel Scavone è in ospedale, sta facendo una serie di aggiornamenti, è stato sottoposto a una prima Tac. Siamo cautamente tranquilli però ci sono degli accertamenti che vanno fatti e che andranno avanti nelle prossime ore. Siamo un po’ più sereni rispetto ai momenti vissuti in campo però aspettiamo un po’ per essere più precisi sulle sue condizioni.

    Dalle notizie ufficiose che ci arrivano sembra che la Tac pare dato esito negativo però prendetele col beneficio d’inventario. Ora ci recheremo in ospedale, il ragazzo si era ripreso già in campo e questo è stato motivo di sollievo. Sarebbe stato più opportuno se al posto mio avessero parlato i medici ma ovviamente sono con Manuel in ospedale. Quindi sono necessariamente impreciso ma, ripeto, le prime notizie sono di cauto ottimismo”.

    Scavone è fuori pericolo

    ORE 23:30 – Ottime notizie giungono dall’Azienda Ospedaliera Locale di Lecce. Questa la nota stampa dell’ASL pugliese in merito alle condizioni di Manuel Scavone: “Il calciatore del Lecce Manuel Scavone, vittima di un violento scontro di gioco, è fuori pericolo. È giunto pochi minuti fa nel Pronto Soccorso dell’Ospedale “Vito Fazzi” di Lecce, dove i medici gli hanno prestato le prime cure, riscontrando un forte trauma commotivo con momentanea perdita di conoscenza. Le condizioni del paziente sono comunque buone. I medici hanno già eseguito diverse TAC: cranio, cervicale e torace, tutte con esito negativo, quindi senza lesioni interne. Poiché il paziente ha perso conoscenza, i medici del Pronto Soccorso, d’intesta con il neurochirurgo di turno, hanno deciso il ricovero precauzionale in Neurochirurgia, dove sarà tenuto in osservazione per almeno 24 ore”.

    LE ULTIME NOTIZIE SULLA SERIE B