La Serie B è tornata in campo per giocare i match della 36esima giornata di campionato, la terz’ultima della regular season. Un turno aperto già alle ore 12:30 dalla sfida del Renzo Barbera tra il Palermo di Delio Rossi e lo Spezia di Pasquale Marino. Una sfida spettacolare e molto emozionante, che alla fine ha visto le due squadre pareggiare per 2-2. Succede tutto nel primo tempo: vantaggio ospite con Maggiore al 30′, rimonta siciliana con Jajalo al 32′ e Moreo al 40′, definitivo pari ancora di Maggiore al 44′.

Il tecnico del Palermo, Delio Rossi, ha commentato questo pareggio in conferenza stampa: “Nel primo tempo, pur con degli errori, non abbiamo fatto male ma siamo stati puniti oltremisura. Nel secondo tempo siam venuti meno come distanze, non siamo stati bravi a gestire la situazione di vantaggio e abbiamo preso ingenuamente il gol del pareggio. Play-off? La situazione è questa, bisogna prenderne atto. Avrà la meglio chi avrà l’ambiente più sereno”.

Il Lecce perde a Padova

Il Lecce aveva dunque la grande chance, vincendo, di festeggiare la promozione in Serie A con due giornate di anticipo. Ma i salentini, forse bloccati dalla pressione, perdono per 2-1 all’Euganeo contro il Padova e dovranno attendere l’ultimo turno, da giocare sabato 11 maggio (prossimo turno il Lecce riposa), per provare a sfruttare il secondo match point promozione, oppure sperare nel ko del Palermo sabato 4 maggio ad Ascoli. A decidere la contesa la rete in avvio di Baraye e il raddoppio ad inizio ripresa di Cappelletti. Inutile il rigore di Mancosu al 75′.

Gli altri risultati, Benevento e Verona ko

Negli altri match giocati alle ore 15:00, il Benevento quarto in classifica cade a sua volta 1-0 sul campo del Crotone, vittorioso con la rete di Simy al 48′, con i calabresi in dieci dal 36′ per il doppio giallo a Benali. Perde anche il Verona al Bentegodi, sconfitto 3-2 dal Livorno, con i labronici che si rilanciano per ottenere la salvezza diretta. In zona playoff, importante successo per 2-1 della Cremonese sul campo del Carpi, mentre è 0-0 nello scontro diretto del Curi tra Perugia e Cittadella. In coda continua il momento negativo della Salernitana, sconfitta per 3-1 allo Zaccheria sul campo del Foggia, venendo risucchiata in zona playout.

Il Brescia festeggia la Serie A

L’ultimo match del turno si giocava alle ore 18:00 al Rigamonti, dove il Brescia di Corini poteva festeggiare la promozione diretta in Serie A, vincendo contro l’Ascoli. E le Rondinelle non hanno mancato l’appuntamento col successo, con l’1-0 ai marchigiani firmato da Daniele Dessena sul finire del primo tempo. Con due giornate di anticipo dunque, il Brescia fa il suo ritorno in Serie A.

CLASSIFICA – Brescia 66, Lecce 63, Palermo 59, Benevento 56, Pescara 51, Verona 49, Spezia 48, Cremonese 48, Perugia 47, Cittadella 47, Ascoli 43, Cosenza 43, Crotone 40, Salernitana 38, Livorno 35, *Foggia 34, Venezia 34, Carpi 29, Padova 29.

*penalizzato di 6 punti.

TUTTE LE NOTIZIE SULLA SERIE B