Sampdoria, continuano i rumors sulla cessione della società: gli aggiornamenti

    Nonostante le smentite di rito sulla cessione, la Sampdoria avrebber incontrato a Londra il fondo americano interessato all’acquisizione della società

    171

    Nonostante le continue smentite di Massimo Ferrero, i rumors sulla possibile cessione della Sampdoria rimbalzano ancora. Il numero uno blucerchiato ha ancora una volta ribadito. “Non vendo, come ve lo devo dire. Vedrete a giugno chi sarà il presidente della Samp. Continuate a inventare tutto, non ho mai ricevuto un’offerta di soldi veri. Il prezzo, 150 milioni. Se trovate qualcuno che ce li ha, portatemelo”, come riportato da Il Secolo XIX.

    Ma nonostate questo gli aggiornamenti non mancano. Nella giornata di martedì infatti, sarebbe andato in scena un vertice a Londra al quale avrebbero partecipato il vicepresidente Antonio Romei, il direttore amministrativo Alberto Bosco e Federico Oliva, rappresentante del Fondo americano York Management Capital.

    L’esito dell’incontro e l’offerta

    Come riportato da Primocanale, l’esito dell’incontro non avrebbe prodotto alcuna fumata bianca. Tuttavia la trattativa non si sarebbe assolutamente fermata, col fondo che avrebbe annunciato un’offerta da 110 milioni di euro per rilevare il club. Una valutazione però ancora distante da quanto chiesto a più riprese dallo stesso Ferrero. Romei avrebbe chiesto un po’ di tempo per dare una risposta e comunque, se si arrivasse ad un accordo, servirebbe comunque ancora qualche settimana prima della chiusura.

    Il fondo, secondo quanto fatto trapelare, attende una risposta a breve visto che le tempistiche sono piuttosto ristrette. Sia perché Gianluca Vialli non ha ancora risposto al presidente federale Gravina, sulla proposta di fare il capo delegazione della Nazionale, ma anche perché gli stessi imprenditori potrebbero indirizzare le proprie attenzioni su altri club italiani, tra cui in primis il Parma.

    Le scuse dell’Atalanta a Romei

    Nel frattempo in casa Sampdoria a tenere banco è anche la querelle tra Gian Piero Gasperini, tecnico dell’Atalanta squalificato per una giornata dal giudice sportivo, e Massimo Ienca, segretario generale del club blucerchiato. E se lo stesso Gasperini si è scusato ‘solo’ tramite un breve comunicato, è toccato al presidente dell’Atalanta in persona, Antonio Percassi, chiamare il vice presidente blucerchiato Antonio Romei per stigmatizzare il gesto del proprio allenatore.

    A quel punto lo stesso Ienca ha voluto contattare il figlio di Percassi, Luca, per ringraziarlo. Ma ovviamente questo non implica altro, visto che il segretario generale blucerchiato intende comunque sporgere querela nei confronti di Gasperini dopo la vigorosa spinta subita domenica pomeriggio all’ingresso del tunnel degli spogliatoi.

    LE ULTIME NOTIZIE SULLA SAMPDORIA