Sampdoria, settimana decisiva per la cessione? Contatto Ferrero-Vialli, c’è la cifra definitiva

La cessione della Sampdoria è arrivata ad un punto di svolta, con Massimo Ferrero e Gianluca Vialli che hanno avuto un contatto diretto

128

Si parla solo di questo in casa Sampdoria. E complice la sosta per le Nazionali, i rumors sulla cessione della società ormai fanno capolino ogni giorno. Ma ora si sta arrivando alla stretta finale e questa potrebbe essere davvero la settimana decisiva per la chiusura dell’affare col fondo americano York Capital Managment. In merito arrivano anche importanti novità, aggiornamenti che mettono in chiaro alcuni aspetti fondamentali per arrivare alla chiusura del cerchio.

Cessione Sampdoria, contatto Ferrero-Vialli

La prima grande novità sta, come riportato da Il Secolo XIX, nel contatto telefonico avuto nelle scorse ore da Massimo Ferrero e Gianluca Vialli, rappresentante del fondo e possibile nuovo presidente blucerchiato. I due sin qui mai avevano parlato direttamente. Nella telefonata i due avrebbero toccato ovviamente il tema dei soldi, ma anche quello delle tempistiche e dei progetti. Avrebbero anche discusso della conferenza stampa per l’eventuale annuncio.

I prossimi cinque giorni potrebbero diventare praticamente decisivi per una trattativa che sembra vicina alla chiusura. Le due parti non vogliono andare per le lunghe e la Sampdoria, dal canto suo, avrebbe metabolizzato la serietà del fondo americano, che avrebbe speso circa un milione di euro solo per la fase della due diligence, l’analisi dei conti, affidata al prestigioso studio Ernst & Young.

La cifra definitiva di acquisto

Ferrero e Vialli avrebbero avuto questo contatto telefonico anche per chiarirsi su un aspetto. Nei giorni scorsi infatti, sarebbe subentrato un problema in alcuni calcoli di debiti e tasse della Sampdoria, non una cifra troppo rilevante ma comunque importante per definire il valore definitivo della società blucerchiata.

E questa dovrebbe ammontare a circa 132 milioni di euro, debiti compresi. Dunque si va insomma verso la fumata bianca, anche perché lo stesso Vialli avrebbe rimarcato a Ferrero la sua volontà di chiudere l’operazione, per evitare l’inserimento di altri potenziali acquirenti. Cosa ribadita anche dall’attuale presidente doriano, che avrebbe fatto di come ci sia l’esistenza di altri gruppi interessati all’acquisto del club. Il tempo stringe e Vialli, col fondo York Capital Managment, gestito da tre conoscenti dell’ex bomber blucerchiato, ha fretta di chiudere.

LE ULTIME NOTIZIE SULLA SAMPDORIA