Il futuro di Giuseppe Marotta è ormai scritto. Dopo l’addio sorprendente alla Juventus, comunicato a fine settembre dopo la sfida col Napoli, il futuro del dirigente ex Atalanta e Sampdoria tra le altre, dovrebbe essere a tinte nerazzurre, quelle dell’Inter. I contatti con la famiglia Zhang vanno ormai avanti da tempo e l’accordo sembra essere già stato trovato. Anche se, per arrivare all’ufficialità di rito, passerà ancora del tempo. Il ‘nodo’ attuale esistente è in quale ruolo dovrà muoversi Marotta. Ripercorrere le orme della Juventus è la strada giusta, ma le sue mansioni non dovranno alterare gli equilibri in casa nerazzurra, quanto meno non in questo momento, come riporta la Gazzetta dello Sport.

L’ammissione di Marotta sul possibile arrivo all’Inter

Nel frattempo è stato lo stesso Marotta ad ammettere che con l’Inter i discorsi sono avviati, pur senza sbottonarsi più di tanto. L’ex ad della Juventus ha parlato del suo futuro all’arrivo al teatro Accademico di Castelfranco dove ieri ha ricevuto il «Radicchio d’oro»: “È con orgoglio che ricevo questo premio. Amo il radicchio e la città di Castelfranco Veneto, e mi piace tornare dalle vostre parti dove ho lavorato a lungo e conservo tante amicizie”, le sue parole riprese dal Corriere del Veneto.

Poi l’ammissione: “Ho voglia di ricominciare. L’Inter? E’ possibile. Sono in un periodo sabbatico, ma l’asse Torino Milano ci sta, abito a Milano. Squadre straniere? Sì, mi cercano ma voglio dare il mio contributo all’Italia. Modello Juve da seguire? Per organizzazione societaria e qualità tecniche la Juve non ha competitori in Italia. Allegri? Ha saputo valorizzare il suo ruolo, è a pieno titolo uno dei migliori del mondo”.

Dunque il possibile arrivo di Marotta all’Inter è sempre più vicino, ma con l’incertezza dei tempi come sopra descritto. Del resto non c’è tutta questa fretta di chiudere, visto che il dirigente varesino ha ormai dato priorità al progetto Inter, scartando le altre ipotesi italiane e soprattutto estere.

TI POTREBBE INTERESSARE…

Scommetti sul calcio? Scopri i migliori bookmakers aams e non aams

ATALANTA 4-1 INTER | Luciano Spalletti Interview