Vendere la Sampdoria e acquistare il Palermo. L’idea è decisa e precisa, così Massimo Ferrero vuole restare nel mondo del calcio ma cambiando squadra. Dall’attuale blucerchiato in Serie A, al rosanero di una possibile Serie D. Dunque non Sampdoria e Palermo assieme, nessuna possibile società satellite o cose di questo tipo. Ma solo Palermo nel futuro di Ferrero e Sampdoria, per il quale le trattative di cessione vanno avanti, da vendere in queste settimane.

Le parole di Ferrero sul Palermo

E’ stato dunque lo stesso presidente della Sampdoria, Massimo Ferrero, a fare il punto sulle proprie strategie a livello di club ai taccuini de Il Giornale di Sicilia: “Io sto cercando di vendere la Sampdoria, è già noto da tempo. Più di quello che ho fatto lì, non si può. Sono però un uomo del fare, non del dire. Di Palermo sono innamorato da sempre, è una città che mi ha fatto crescere in un ambiente simile a quello del calcio, ovvero quello cinematografico. Alle grandi platee sono abituato e proverò, se possibile, a portare il Palermo dove merita.

Se avrò la fortuna, perché la voglia già c’è, di fare quanto ho già fatto nei miei cinque anni alla Sampdoria, allora il Palermo è in una botte di ferro. Se al momento del bando non avrò ancora venduto la Sampdoria, non ci sarà alcun problema: da mesi sono in contatto con Mirri e c’è un rapporto ottimo con lui, da tempo parliamo del Palermo“.

IL PROGETTO FERRERO – Secondo quanto riportato, in aggiunta alle sue parole, nel corso della prossima settimana Ferrero farà il primo blitz a Palermo in vista del bando pubblico. Il suo progetto prevederebbe un immediato investimento di 10 milioni di euro, per riportare subito la squadra tra i professionisti, ma anche la creazione di un nuovo centro sportivo di proprietà e della formazione femminile

Cessione Sampdoria, le ultime

Gli ultimi aggiornamenti sulla possibile cessione della Sampdoria risalgono a qualche giorno fa. I discorsi tra il Gruppo capeggiato da Gianluca Vialli, con all’interno Jamie Dinan, fondatore del fondo d’investimento York Capital Management, e Alex Knaster, fondatore del fondo Pamplona Capital Management, proseguono. Non ci sarebbe più una sorta di scadenza precisa entro il quale finalizzare il closing, ma da quello che filtra i contatti proseguno alla ricerca della quadratura dei conti.

Servirà un compromesso tra le alte richieste di Ferrero, ritenute tali dal gruppo Vialli, e l’offerta di quest’ultimo articolata sulla base di 45 milioni di euro, più una serie di bonus facilmente e rapidamente raggiungibili nel tempo, per arrivare nel complesso a 65/70 milioni di euro (senza considerare altri 10 milioni a stagione, al raggiungimento della salvezza, nelle estati del 2020 e del 2021).

LE ULTIME NOTIZIE SULLA SAMPDORIA