Il Torino ha dimostrato di poter dire la sua in questo campionato nella gara di ieri contro il Napoli. I granata sono andati vicino alla vittoria fornendo una prestazione di livello, con alcuni singoli in grande crescita. Su tutti c’è Simone Verdi, autore di alcune giocate importanti, a dimostrazione del fatto che sta ritrovando la forma migliore. Il Toro ha fatto un investimento importante per lui e per questo ci sono grandi aspettative. Granata che vogliono tornare in Europa, questa volta senza ripescaggio rispetto a quanto successo la scorsa estate.

Il Torino punta l’Europa

esultanza gol Belotti, Torino-Milan

Quest’anno il Torino sembra avere tutte le carte in regola per conquistare nuovamente l’Europa. I granata, con il pari di ieri contro il Napoli, sono saliti a 10 punti. Classifica molto corta, che li vede a soli tre punti proprio dagli azzurri, quarti in zona Champions. Servirà trovare una maggiore continuità di rendimento per fare il salto di qualità. Il tecnico, Walter Mazzarri, lo ha ribadito spesso che c’è bisogno di meno cali di concentrazione. La rosa è stata allungata con l’arrivo di un elemento importante come Simone Verdi. In questo modo il Toro diventa anche imprevedibile a livello tattico, visto che ci sono altri giocatori come Berenguer, Iago Faque e Zaza che permettono alla squadra di potersi schierare anche in maniera offensiva. Sulle fasce è arrivato Diego Laxalt dal Milan, in modo da far ruotare l’uruguaiano con De Silvestri, Ola Aina e Ansaldi. Coperta corta che aveva creato qualche difficoltà lo scorso anno. Gli investimenti fatti da Urbano Cairo sono stati importanti, anche nel non lasciare andare alcuni big in rosa (su tutti Armando Izzo). Per questo l’obiettivo è l’Europa League, che lo scorso anno era solo un sogno conquistato in extremis.

Le parole di Mazzarri

Il tecnico del Torino, Walter Mazzarri, intervistato ai microfoni di Torino Channel, ha commentato il pari ottenuto ieri contro il Napoli:

“Siamo entrati contratti anche per merito del Napoli. Abbiamo fatto tanti errori tecnici, soprattutto in uscita. Siamo stati in apprensione e non la squadra non mi è piaciuta. Nella ripresa invece siamo migliorati, abbiamo giocato meglio del Napoli creando anche di più di loro. Non siamo stati fortunati. Belotti andava servito un po’ meglio nell’ultimo passaggio. Lui se ha la palla nel modo giusto il gol lo fa. Un po’ di rammarico c’è, nella ripresa avremmo meritato la vittoria tanto che pensavo di prendere i tre punti nel finale di gara. Avevo questa sensazione. Qualche punto ci manca in classifica, mi riferisco alle gare contro Parma e Lecce. Col Napoli speravo di riprendere qualcosa, ma rimango contento per la prestazione. Quando la facciamo ce la giochiamo alla pari con tutti”.

Le ultime notizie sul Torino