Serie A 2019/2020, date inizio e fine: soste e pausa invernale, stop al Boxing Day

    La programmazione e le date della prossima Serie A 2019-2020: il via è previsto per il 24 e 25 agosto 2019, la chiusura il 24 maggio 2020

    258
    Serie A, Fiorentina-Roma 1-1: Florenzi nel finale risponde a Veretout

    Ecco la programmazione e il calendario della Serie A 2019/2020: date inizio e fine, soste e pausa invernale del massimo campionato italiano. Alcune novità e altre conferme. Si è deciso innanzitutto di sospendere la strada intrapresa nella passata stagione, non giocando più durante le festività natalizie. Se nel 2018 il campionato aveva giocato per tre volte in una settimana 22, 26 e 29 dicembre, per la prossima stagione il Boxing Day è stato già abolito. Ci sarà infatti il ritorno della pausa invernale dal 23 dicembre 2019 al 4 gennaio 2020.

    La nuova Serie A 2019-2020

    La prima giornata si disputerà nel weekend del 24-25 agosto 2019. L’ultima giornata di campionato sarà invece fissata per il 24 maggio 2020. La Coppa Italia avrà inizio il 4 agosto e avrà la sua finale il 13 maggio 2020, mentre ancora da decidere la data della Supercoppa Italiana con tre opzioni possibili: 17 agosto, 23 dicembre o 4 gennaio. Avremo invece anche quattro soste del campionato per gli impegni delle Nazionali: la Serie A si fermerà tre volte nel 2019, l’8 settembre, il 13 ottobre, il 17 novembre e una volta nel 2020, ossia il 29 marzo. I turni infrasettimanali saranno il 25 Settembre, il 30 Ottobre e il 22 Aprile.

    Dettaglio date principali della Serie A 2019-2020

    17 agosto o 23 dicembre o 4 gennaio – Supercoppa Italiana
    4 agosto – Inizio Coppa Italia
    24-25 agosto 2019 – Inizio Serie A
    Dal 23 dicembre al 4 gennaio – Pausa invernale
    13 maggio – Finale Coppa Italia
    24 maggio 2020 – Fine Serie A

    Soste Nazionali: il campionato si fermerà l’8 settembre, il 13 ottobre, il 17 novembre e il 29 marzo 2020.

    Turni infrasettimanali: 25 Settembre, il 30 Ottobre e il 22 Aprile.

    Serie A: “Mantenere il diritto di recompra”

    Nel frattempo, sempre in vista della prossima stagione, la Serie A, rappresentata da Micciché, Marotta e Lotito, aveva chiesto al presidente della FIGC di non cancellare il diritto di riacquisto, introdotto meno di un anno fa prendendo a esempio il regolamento vigente da anni in Spagna con la classica ‘recompra’.

    Il numero uno federale Gabriele Gravina, come dichiarato qualche settimana fa, voleva cancellare questa norma per dare una stretta ai sistemi utilizzati per effettuare ‘possibili operazioni ad hoc’ per aggiustare i bilanci dei club. La controproposta da mandare ai club è stata però adottata. Il Consiglio federale della Figc ha approvato la modifica del cosiddetto “diritto di recompra” che non avrà più effetti sotto il profilo fiscale se non quando vengono effettivamente maturati. Da un lato è una soluzione che permette ai club di mantenere l’utilità sportiva della formula, ma dall’altro evita la possibilità di ‘aggiustare’ i bilanci in modo poco etico.

    Info Serie A 2018-2019

    LA CLASSIFICA DI SERIE A 2018-2019

    PROSSIMO TURNO SERIE A

    CLASSIFICA MARCATORI SERIE A