Il capocannoniere di Serie A dopo tre giornate è l’attaccante del Sassuolo, Domenico Berardi. Il giocatore ha realizzato ben cinque reti in tre partite. Dopo la tripletta messa a segno contro la Sampdoria prima della sosta, infatti, sono arrivate altre due reti nella sconfitta subita all’Olimpico contro la Roma per 4-2. Calciatore totalmente rivitalizzato dalla cura De Zerbi e dal 4-3-3 che ne esalta le proprie qualità. Dopo tanti anni, dunque, potrebbe essere arrivato finalmente il momento della completa consacrazione per il classe 1994.

Sassuolo, Berardi rinato

Il Sassuolo ha raccolto tre punti nelle prime tre giornate di campionato. Un solo successo, ottenuto in casa contro la Sampdoria prima della sosta. Nonostante un ruolino di marcia non ottimale, però, la squadra di De Zerbi sembra essere abbastanza tranquilla, potendo contare su un Domenico Berardi. L’attaccante sembra essere tornato ai livelli ammirati nell’annata 2014-2015, in cui realizzò 15 reti in campionato e finì nel mirino di Juventus ed Inter, rifiutando il trasferimento ai bianconeri. Da allora c’è stato un calo di rendimento e delle prestazioni altalenanti. Basti pensare che dopo quella stagione, il record di gol è di otto in Serie A ed è stato realizzato proprio la scorsa stagione. In quest’annata, dunque, Berardi può puntare al record assoluto di 15 gol e non solo visto che sogna un posto per l’Europeo. Tutto dipende da lui perché se dovesse mostrare continuità di rendimento il ct, Roberto Mancini, non si farà problemi a chiamarlo. Con le sue caratteristiche, d’altronde, si sposerebbe alla perfezione anche nel 4-3-3 azzurro. Anche l’amministratore delegato del Sassuolo, Giovanni Carnevali, ne ha tessuto le lodi a margine di un evento tenuto a Modena:

“E’ un campione, l’abbiamo sempre detto. E’ stato richiesto da tante società ma non lo abbiamo voluto cedere. Anche lui è rimasto volentieri con noi, dando ragione a tutti e due, visto che sta facendo cose straordinarie”.

Gli impegni del Sassuolo

Sassuolo che cerca continuità nei prossimi impegni di campionato. La squadra di De Zerbi, infatti, affronterà Spal e Parma in due scontri diretti per la salvezza. Anche di questo ha parlato l’ad Carnevali:

“Sono tutte sfide importanti, indipendentemente dal fatto che siano derby. Il Sassuolo deve sempre portare a casa punti, perché l’obiettivo principale resta la salvezza, che non è facile. Poi saremo felici se riusciremo ad ottenere qualcosa in più”.

Difesa da registrare: “Credo sia abbastanza normale. L’inizio del campionato deve anche un po’ permetterti di registrare quei reparti ancora non al meglio. C’è da dire che durante la sosta il Sassuolo ha avuto 13 giocatori impegnato con le nazionali, il che non ci ha permesso di preparare al meglio la gara. Non siamo abituati, ma anche questo fa parte di un processo di crescita”.

Le ultime notizie sul Sassuolo