Al Milan non basta Castillejo: il Parma lo raggiunge all’87’

    Il Parma ferma il Milan sull'1-1 nel lunch match della 33esima giornata di Serie A: a Castillejo ha risposto la punizione di Bruno Alves

    132

    Il lunch match della 33esima giornata di Serie A si chiude sull’1-1, con Parma e Milan che si dividono la posta in palio. Succede tutto nel secondo tempo, con Castillejo abile a deviare di testa un cross di Suso. Pareggio di Bruno Alves nel finale, direttamente su calcio di punizione. Un punto che serve molto di più ai ducali in chiave salvezza, che ai rossoneri in ottica quarto posto.

    LA CRONACA DELLA PARTITA – La 33esima giornata di Serie A si apre col lunch match dello stadio Ennio Tardini tra il Parma di Roberto D’Aversa e il Milan di Gennaro Gattuso. Il Parma arriva a questa sfida dal pareggio a reti inviolate sul campo del Sassuolo, compiendo un altro passo verso una salvezza che si sta avvicinando. Ma adesso serve completare l’opera e non distrarsi. Dal canto suo il Milan si presenta al Tardini con tutta l’intenzione di dare seguito alla vittoria di sabato scorso contro la Lazio. Momento decisivo in casa rossonera, tra lotta al quarto posto e semifinale di Coppa Italia mercoledì prossimo. 

    Sul fronte formazioni ufficiali, Roberto D’Aversa vara il modulo 5-3-2. Davanti a Sepe, difesa a cinque con Iacoponi, Bruno Alves e Gagliolo centrali, Gazzola a destra e Dimarco a sinistra. A centrocampo l’ex Kucka, Scozzarella e Barillà, con Ceravolo e Gervinho nel tandem offensivo. Dall’altra parte Gennaro Gattuso va a riproporre il modulo 4-3-3. Davanti a Donnarumma, la difesa a quattro è composta da Conti, Zapata, Romagnoli e Ricardo Rodriguez. A centrocampo il trio con Kessié, Bakayoko e Calhanoglu, mentre nel tridente offensivo spazio per Borini, Piatek e Suso.

    Primo tempo, Parma più pericoloso

    Calendario Serie A 2018/2019: anticipi e posticipi, date e orari 38 giornate

    Il match inizia con un Parma molto aggressivo e subito all’attacco. Ovviamente il Milan prova a prendere in mano il gioco, ma i rischi non mancano. Il primo di questi al 13’: contropiede lanciato da Dimarco per Gervinho, l’ivoriano affonda e verticalizza per Ceravolo, ma è bravissimo Donnarruma con l’uscita bassa ad anticipare l’ex Benevento toccando il pallone ed evitando il rigore. Al 18’ invece il Parma va vicinissimo al gol: cross dalla destra di Gazzola, splendida rovesciata di Kucka al centro e pallone che sfiora il palo a Donnarumma battuto. Il primo squillo del Milan arriva al 26’, ma Borini non riesce a deviare in porta un cross teso di Suso dalla destra.

    Il Milan attacca specialmente a destra, senza tuttavia riuscire a creare apprensione alla difesa ducale. Troppo lenta la manovra dei rossoneri, con Gattuso che in panchina non può essere soddisfatto. Anche il fattore ‘caldo’ fa il suo, con i giocatori in campo intenti anche a gestire le forze. Al 39’ nuovo rischio per il Milan: angolo di Scozzarella sul primo palo, spizzata di Ceravolo con Donnarumma che smanaccia, poi Gervinho col destro spara alto. Nel finale ancora Donnarrumma è impegnato nel bloccare in due tempi un tiro-cross di Gazzola da destra.

    Secondo tempo, 1-1 al Tardini

    Il secondo tempo si apre sulla stessa lunghezza d’onda e Gattuso allora rompe gli indugi al minuto 58’, inserendo Cutrone per Bakayoko e passando al 4-4-2. Il Parma continua a giocare discretamente, puntando sulle ripartenze di Gervinho. Di occasioni comunque non se ne vedono, ritmi bassi e compassati che non agevolano di sicuro la manovra del Milan nel trovare varchi nella difesa degli emiliani. Al 66’ arriva il secondo cambio per Gattuso, dando una nuova sferzata in avanti con Castillejo per Conti e passaggio al 3-4-1-2 iper offensivo.

    E al 69’ Milan in vantaggio: azione di Suso sulla destra, cross in mezzo teso col piede più debole, proprio Castillejo devia di testa e batte l’incolpevole Sepe. A quel punto D’Aversa inserisce prima Siligardi e poi Sprocati passando al 4-3-3. E al 78’ Parma vicino al pari: è proprio Siligardi, servito in area, a saltare Donnarumma e colpire il palo a porta vuota, con palla che poi carambola su Zapata andando sul fondo. Nel Milan entra anche Biglia nel frattempo, al posto di Calhanoglu. All’87’ però il Parma pareggia: Borini commette fallo al limite dell’area su Sprocati, della battuta si incarica Bruno Alves che disegna una perfetta traiettoria sopra la barriera con un destro a giro e batte Donnarumma. Finisce 1-1 al Tardini, il Milan frena ancora.

    Info Serie A 2018-2019

    LA CLASSIFICA DI SERIE A 2018-2019

    PROSSIMO TURNO SERIE A

    CLASSIFICA MARCATORI SERIE A