Il Milan non ritrova il sorriso: Lasagna regala un prezioso punto all’Udinese

    Il Milan non va oltre l'1-1 casalingo contro l'Udinese, nel primo anticipo della 30esima giornata di Serie A: ai rossoneri non basta Piatek

    241

    Il Milan non riesce a ritrovare la vittoria, pareggiando per 1-1 in casa contro l’Udinese. Al vantaggio di Piatek al 44′, ha risposto Lasagna al 64′. Punto prezioso per i friulani in chiave salvezza, mentre per i rossoneri di Gattuso la corsa Champions League adesso si complica definitivamente.

    LA CRONACA DELLA PARTITA – Il match inaugurale della 30esima giornata di Serie A è quello che si gioca allo stadio Meazza fra il Milan di Gennaro Gattuso e l’Udinese di Igor Tudor. Il Milan si presenta a questa sfida ferito da due sconfitte consecutive, contro Inter e Sampdoria, che hanno rimesso in discussione il quarto posto. La Lazio ormai si è rifatta sotto e non si può più sbagliare. Al Meazza arriva l’Udinese invischiata nella lotta per non retrocedere. Il successo per 2-0 sul Genoa di sabato scorso ha ridato ‘ossigeno’ ai friulani, adesso a più tre sull’Empoli terz’ultimo.

    Sul fronte formazioni ufficiali, Gennaro Gattuso è molto tentato dal cambiare modulo e passare al 4-3-1-2. Difesa a quattro, davanti a Donnarumma, con Abate, Musacchio, Romagnoli e Laxalt. A centrocampo Biglia regista con Bakayoko (out Kessié per un risentimento al ginocchio dell’ultim’ora) e Calhanoglu mezz’ali, mentre sulla trequarti Paquetà con Cutrone a far coppia con Piatek. Dall’altra parte Igor Tudor cambia e riparte dal 3-4-3. In porta c’è Musso, difesa a tre con De Maio, Opoku e Samir. A centrocampo linea a quattro con Ter Avest, Fofana, Behrami e Zeegelar, mentre De Paul e Pussetto ai lati di Lasagna nel tridente offensivo.

    Primo tempo, 1-0 firmato Piatek

    Serie A, Milan-Genoa 2-1: decide Romagnoli all'ultimo respiro

    Il match inizia con due squadre ben disposte. La prima notizia della partita è l’infortunio per Donnarumma, che al 5’ accusa un problema muscolare uscendo dai pali e anticipando Lasagna mettendo in corner. Il portiere rossonero resiste qualche minuto e poi all’11’ viene rilevato da Pepe Reina. Il match è molto equilibrato e con ritmi non esaltanti. Anche se il Milan si rende pericoloso tre volte, prima con un cross di Piatek al 15′ su cui Cutrone non arriva di un soffio. Poi con un sinistro da fuori di Paquetà di poco a lato con Musso proteso in tuffo.

    Infine al 25′ la chance più grande: grande giocata di Paquetà che serve in profondità Cutrone, controllo di petto e girata mancina che Musso riesce a deviare.  Il Milan è sfortunato nel primo tempo, visto che al 41’ Paquetà è vittima di una distorsione alla caviglia destra. Il brasiliano non riesce a continuare e al suo posto entra Castillejo, per il secondo cambio già speso da Gattuso. Tuttavia Milan in vantaggio al 44’: punizione calciata velocemente da Biglia sulla sinistra per Cutrone, palla controllata e poi lavorata dall’attaccante. Cross a rientrare col destro, Piatek si avventa col destro e trova l’opposizione di Musso, ma l’argentino nulla può sul tap-in del polacco di testa.

    Secondo tempo, pari di Lasagna

    Il secondo tempo si apre con un cambio nell’Udinese, dentro Wilmot per Samir. Tudor però aspetta pochi minuti per effettuare il secondo cambio, inserendo Okaka per Ter Avest al 55’, sbilanciando la squadra in avanti. Un cambio che dà nuova linfa offensiva agli ospiti e che manda in difficoltà il Milan. E l’Udinese trova la rete del pareggio al 64’: azione d’angolo per il Milan, dalla mischia c’è la ripartenza friulana fulminea con Okaka che lancia Fofana sulla sinistra, pallone in mezzo per Lasagna che controlla e batte sotto la traversa Reina con un potente sinistro. Gattuso si gioca il terzo cambio al 67’, mandando in campo Calabria per Abate.

    Il Milan perde lucidità e l’Udinese sfiora due volte anche il vantaggio: prima con un colpo di testa di De Maio al 70′ di poco a lato. Poi ancora al 73′: palla persa da Romagnoli e Bakayoko, c’è De Paul che recupera sulla trequarti e serve il taglio di Lasagna, controllo e sinistro però a lato sull’uscita di Reina. Il finale di partita è molto teso, col Milan che all’85’ sfiora il vantaggio: cross di Laxalt per Castillejo che aggancia in area di petto e conclude direttamente fra le braccia di Musso. Poco dopo però altro rischio per i rossoneri, con Reina bravo a sventare un cross a rientrare di Fofana che stava per infilarsi nell’angolino. Nei quattro minuti di recupero il Milan ci prova, ma rischia la beffa al 94’ con Calhanoglu che salva alla disperata su De Paul. Finisce 1-1 al Meazza.

    Info Serie A 2018-2019

    LA CLASSIFICA DI SERIE A 2018-2019

    PROSSIMO TURNO SERIE A

    CLASSIFICA MARCATORI SERIE A