Muriel risponde a Immobile: Fiorentina e Lazio pareggiano 1-1 al Franchi

    Fiorentina e Lazio si dividono la posta in palio nel posticipo della ventisettesima giornata di Serie A in programma all'Artemio Franchi

    74

    Finisce 1-1 il posticipo tra Fiorentina e Lazio. Primo tempo dominato dai biancocelesti e avanti con la rete di Immobile al 23′, poi però poco cinica con almeno altre 3 chiare occasioni da gol sventate da Terracciano. Nella ripresa meglio i viola che trovano il pareggio con Muriel al 61′ che ha fissato il punteggio sul pari.

    LA CRONACA DELLA PARTITA – Scontro diretto per l’Europa quello che va in scena al Franchi di Firenze e che vede di fronte Fiorentina e Lazio. Si affrontano la decima contro la sesta in classifica, distanziate però da soli cinque punti. La Fiorentina arriva a questa sfida dopo la sconfitta subita settimana scorsa contro l’Atalanta che rischia di compromettere la corsa europea. La Lazio arriva a questa sfida con grande entusiasmo dopo aver vinto il derby contro la Roma settimana scorsa. I biancocelesti sono sesti con 41 punti e cercano il successo per restare attaccati al treno Champions, anche in virtù della gara da recuperare contro l’Udinese.

    Sul fronte formazioni ufficiali, Stefano Pioli per questa sfida torna alla difesa a quattro, con Pezzella e Ceccherini al centro e Milenkovic e Biraghi ai lati. Chiesa e Gerson agiscono sulla trequarti alle spalle dell’unica punta, Luis Muriel. Parte dalla panchina, dunque, Simeone. Dall’altra parte Simone Inzaghi si affida al solito schieramento tattico, il 3-5-1-1, con Correa sulla trequarti preferito a Luis Alberto, che sarà arretrato in mezzo al campo, a supporto dell’unica punta, Ciro Immobile, pienamente recuperato.

    Primo tempo, dominio Lazio

    Il primo tempo inizia con ritmi bassi e nessuna conclusione a rete nei primi dieci minuti. Tuttavia la Lazio appare più reattiva e pronta, iniziando a rendersi pericolosa. Anzi al 21’ gli ospiti vanno vicinissimi al gol: Correa imbuca centralmente per Milinkovic-Savic che gira subito verso Immobile. L’attaccante laziale calcia di prima appena dentro l’area, si supera Terracciano che respinge sul palo e salva la propria porta. La Lazio sfrutta il momento e al 23’ passa in vantaggio: grandissima azione dei biancocelesti, con un doppio scambio tra Immobile e Correa, poi il numero 17 scaglia un destro potente a giro che fredda Terraciano.

    Per la Fiorentina si mette male, anche perché Federico Chiesa accusa dei problemi muscolari restando comunque in campo. La Lazio gioca molto bene e al 30’ Terraciano deve opporsi al destro di Milinkovic-Savic, poi al 35’ Chiesa alza bandiera bianca e al suo posto Pioli manda in campo Simeone. Ma sono ancora gli ospiti a rendersi pericolosi con Correa che impegna ancora Terraciano con un sinistro da posizione defilata. Il portiere toscano ha tanto da fare, salvando la Fiorentina al 44’: accelerazione di Patric che avanza e imbuca per Immobile, l’attaccante lascia sfilare e calcia di collo pieno ma Terraciano si oppone alla grande.

    Secondo tempo, 1-1 di Muriel

    Il secondo tempo si apre con una Lazio ancora in controllo, ma solo per pochi minuti. Infatti la Fiorentina inizia a macinare gioco, anche grazie alla vivacità data ai viola dall’ingresso di Mirallas al posto di Fernandes. Il belga crea scompiglio e al 61’ la Fiorentina pareggia: accelerazione di Mirallas sulla destra che brucia Radu, cross al centro e gran deviazione mancina di Muriel a battere Strakosha. Fiorentin-Lazio adesso è 1-1. I viola spingono ancora e lo stesso Mirallas non riesce a centrare la porta sulla giocata di Simeone. Simone Inzaghi capisce il momento di difficoltà e inserisce l’ex Badelj per Lulic, passando al modulo 4-4-1-1.

    L’inerzia del match è tutta dalla parte della Fiorentina, così Inzaghi cambia ancora con Romulo per Luis Alberto e dare ulteriore copertura. Dopo i cambi effettuati, la Lazio riesce a contenere meglio gli attacchi della Fiorentina, riuscendo anche a riproporsi in avanti. I viola accusano la stanchezza e tornano a soffrire come nel primo tempo. Però non succede altro e dopo tre minuti di recupero Orsato manda tutti negli spogliatoi.

    Info Serie A 2018-2019

    LA CLASSIFICA DI SERIE A 2018-2019

    PROSSIMO TURNO SERIE A

    CLASSIFICA MARCATORI SERIE A