La Juventus si prende la vetta solitaria nell’ultima giornata del girone di andata, vincendo per 2-1 contro la Roma allo stadio Olimpico. Per i bianconeri un successo blindato nei primi dieci minuti, con le reti di Demiral al 3′ e Ronaldo al 10′ su rigore. Tardiva la reazione dei giallorossi, a segno con Perotti, anch’egli dal dischetto. Da segnalare i brutti infortuni nel corso del primo tempo a Demiral prima e Zaniolo poi (per lui rottura del legamento crociato anteriore), entrambi al ginocchio.

CRONACA ROMA-JUVENTUS – Sul fronte formazioni ufficiali Paulo Fonseca tira dritto per la sua strada e punta senza modifiche sul 4-2-3-1. In avanti Dzeko supportato da Zaniolo, Pellegrini e Perotti. Anche Maurizio Sarri non apporta cambiamenti e schiera ancora Demiral di fianco a Bonucci. Mentre in avanti è Ramsey il trequartista alle spalle di Ronaldo e Dybala.

Primo tempo, Juventus sul 2-0

La partita non ha fase di studio, la tattica si fa subito benedire dal vantaggio Juventus al 3′: calcio di punizione dalla fascia sinistra di Dybala, lo spiovente profondo trova la leggera spizzata di Smalling che accomoda la sfera sullo stinco destro di Demiral, palla in rete e Olimpico già ammutolito. Un colpo subito durissimo per la Roma, che infatti sbanda e al 9′ completa l’opera con un avvio shock: Veretout perde un pallone sanguinoso al limite dell’area, Dybala ‘scippa’ e alla fine viene steso in area dallo stesso centrocampista francese. Guida fischia un rigore sacrosanto che, da par suo, Ronaldo non sbaglia per lo 0-2 al 10′.

gol Demiral, Roma-Juventus

Arriva anche una cattiva notizia però per la Juventus, visto che al 16’ Demiral ricade male sul ginocchio sinistro e zoppicante lascia il campo. Nel frattempo la Roma approfitta della superiorità numerica ma Pellegrini, a porta vuota, dopo una smanacciata di Szczęsny sul cross di Florenzi, non ha meglio da fare che centrare Rabiot. Al posto del turco entra il redivivo De Ligt, ma anche la Roma al 33’ perde per infortunio Zaniolo, che dopo una poderosa galoppata crolla a terra anche per via di un fallo. Ma come per Demiral la preoccupazione riguarda il ginocchio ma quello destro. Al suo posto dentro Cengiz Under.

Secondo tempo, Perotti non basta

La ripresa si apre senza ulteriori cambi e con una Roma che prova l’assalto alla porta bianconera. I giallorossi conquistano tanti corner, ma senza mai riuscire a rendersi pericolosa. La Juventus però ‘giochiccia’ letteralmente, senza mai affondare e ripartire. E infatti Sarri, in panchina, annusa il pericolo e s’infuria con i suoi più volte. Ma, evidentemente, non ascoltato perché la Roma al 68′ riapre la contesa: traversone di Florenzi, controllo e tiro di Dzeko ma la sfera sbatte sul palo. Il bosniaco riprende e pennella sul secondo palo per Under, colpo di testa che Alex Sandro respinge ma che poi il brasiliano colpisce volontariamente con la mano. Guida viene richiamato al VAR e non può che indicare il dischetto. Dagli undici metri Perotti, infallibile o quasi, spiazza Szczęsny e fa 1-2.

gol Perotti, Roma-Juventus

A quel punto arrivano due cambi in casa Juventus, con Higuain per Dybala e Danilo per Ramsey. E l’ex Palermo non la prende bene, per usare un eufemismo. La Roma spinge con rinnovato entusiasmo, anche se lascia ampia praterie alle ripartenze bianconere. Sulla prima Ronaldo mette fuori di testa da ottima posizione, sulla seconda serve in ritardo Higuain che insacca in diagonale, ma già in offside. Gli assalti finali della Roma vedono Pellegrini sparare alle stelle da ottima posizione al 91′, poi cala il sipario sull’Olimpico. La Juventus è Campione d’Inverno.

Info Serie A 2019-2020

LA CLASSIFICA DI SERIE A 2019-2020

PROSSIMO TURNO SERIE A

CLASSIFICA MARCATORI SERIE A

CALENDARIO COMPLETO SERIE A 2019-2020