Il Monday Night della 24esima giornata va al Milan di Pioli, grazie all’1-0 interno contro il Torino. I rossoneri, a segno con l’ormai solito Ante Rebic, sale a quota 35 punti al sesto posto in compagnia di Parma e Verona. Per il Torino invece arriva la quinta sconfitta consecutiva e vede la zona retrocessione sempre più vicina, adesso a meno cinque.

CRONACA MILAN-TORINO – Sul fronte formazioni ufficiali, Stefano Pioli riparte dal consueto 4-2-3-1 in cui Ibrahimovic resta il riferimento centrale, alle sue spalle ci sono Castillejo, Paquetà (al posto dell’infortunato Calhanoglu) e Rebic. Risponde Moreno Longo col 3-4-2-1 in cui sono Edera e Berenguer a sostenere l’unica punta Belotti. In difesa c’è Lyanco in luogo dello squalificato Izzo.

Primo tempo, Milan in vantaggio

Il match inizia con un Milan all’attacco e subito pericoloso al 5′: botta di Ibrahimovic dal limite dell’area di rigore e deviazione di Bremer, il pallone, che spiazza completamente Sirigu, termina fuori di un soffio dando l’illusione della rete. Il Torino fatica molto nella proposta offensiva, anche se al 17′ arriva una buona occasione, di fatto l’unica nel primo tempo: Edera e De Silvestri duettano alla grande sulla destra, poi pallone all’indietro dell’esterno per Berenguer, il cui tiro di prima intenzione è completamente sballato finendo alle stelle.

Rincon-Paqueta, Milan-Torino

Sono sempre però i padroni di casa a fare la partita, con Sirigu che al 20′ salva con un ottimo intervento il rasoterra mancino di Paquetà. I granata sono in difficolà e al 25′ il Milan trova il vantaggio: discesa sulla destra di Calabria, che poi dà un pallone sulla corsa a Castillejo, cross dal fondo del numero sette rossonero per Rebic che impatta di prima intenzione e mette dentro. Il finale di tempo è molto equilibrato, con Pioli costretto anche a cambiare Kjaer, problema muscolare per lui, con Gabbia al suo posto. All’intervallo è 1-0 Milan.

Secondo tempo, finisce 1-0

La ripresa si apre senza cambi e col Milan vicinissimo al raddoppio: Rebic spinge sulla sinistra, serve orizzontalmente Castillejo al limite dell’area di rigore, che a sua volta appoggia per Ibrahimovic, lo svedese calcia col destro e mette la sfera di un soffio fuori con Sirigu immobile sulla linea di porta. I rossoneri non sfruttano diverse altre ripartenze e allora il Torino resta in partita prendendo fiducia col passare del tempo. E al 63′ si rende pericoloso: Belotti si defila, entra in area di rigore dalla sinistra e va al cross forte e teso verso il centro, ci pensa Hernandez ad allontanare la sfera.

Rebic-Lyanco, Milan-Torino

Arrivano anche i primi cambi, con Longo che manda in campo Zaza per Edera al 64′ e Pioli che risponde con Bonaventura al posto di Paquetà. E proprio l’ex Atalanta al 74′ sfiora il raddoppio con un destro dal limite che, deviato, finisce di poco a lato. La sfida resta così ancora in equilibrio e nel finale Longo manda in campo Millico e Aina giocandosi il tutto per tutto. Pioli non sta a guardare e punta sulla freschezza di Leao al posto dello sfinito Rebic. Al 90′ ancora una chance per chiudere il match, ma il sinistro di Castillejo dal limite termina alto. Finisce senza altri squilli, il Milan agguanta il sesto posto.

Info Serie A 2019-2020

LA CLASSIFICA DI SERIE A 2019-2020

PROSSIMO TURNO SERIE A

CLASSIFICA MARCATORI SERIE A

CALENDARIO COMPLETO SERIE A 2019-2020