Un punto a testa per Milan e Atalanta nell’anticipo della 36esima giornata: finisce uno a uno la sfida del Meazza, in gol Calhanoglu e Zapata. L’Atalanta si porta momentaneamente a meno cinque dalla Juventus capolista e con una vittoria domani, sabato, sul Genoa, l’Inter potrebbe controsorpassare la ‘Dea’ al secondo posto. Il Milan tocca quota 60 punti, ma resta dietro alla Roma in classifica.

CRONACA MILAN-ATALANTA– Sul fronte formazioni ufficiali, Stefano Pioli schiera il Milan col solito 4-2-3-1 in cui Gabbia e Laxalt sostituiscono in difesa gli indisponibili Romagnoli e Theo Hernandez. A centrocampo spazio per Biglia al posto dello squalificato Bennacer, mentre in avanti intoccabili Rebic e Ibrahimovic.

Dall’altra parte Gian Piero Gasperini punta sull’ormai collaudato 3-4-2-1 per la sua Atalanta, con Malinovskyi e Gomez a sostegno dell’unica punta Zapata. In difesa c’è l’ex Caldara a sostituire l’acciaccato Palomino. A metà campo invece torna Hateboer sull’out di destra al posto di Castagne, mentre sul versante opposto c’è Gosens.

Primo tempo, 1-1 al Meazza

La sfida inizia subito su grandi ritmi e al 4′ De Roon ci prova con un gran detro da fuori che sfiora l’eurogol. Ma è invece il Milan a trovare il vantaggio al 14‘: Toloi commette fallo sul lato corto dell’area ai danni di Rebic, è Calhanoglu ad incaricarsi della punizione disegnando una traiettoria splendida che sorprende Gollini. Gli ospiti accusano il colpo e al 18′ Gollini deve distendersi in tuffo per deviare fuori un diagonale mancino di Laxalt.

gol Zapata, Milan-Atalanta

Match vibrante e al 23′ c’è spazio anche per il VAR, che ravvisa un brutto fallo di Biglia in piena arena di rigore su Malinovskyi. Penalty evidente che Doveri assegna giustamente, ma che lo stesso ucraino fallisce facendosi ipnotizzare da Donnarumma. Tuttavia l’Atalanta continua a spingere e al 34′ trova l’1-1: azione caparbia di Freuler, che resiste alla carica di un paio di avversari e calcia con il sinistro dal limite dell’area: la deviazione di Gabbia diventa di fatto un assist per Zapata, glaciale a tu per tu con Donnarumma. All’intervallo è dunque parità.

Secondo tempo, finisce pari

Il secondo tempo si apre con Sutalo al posto di Toloi già ammonito e l’Atalanta forza i tempi, rendendosi pericolosa con De Roon. Gasperini manda in campo anche Muriel, provando ad incentivare gli attacchi, affiancandolo a Zapata e Gomez. Dall’altra parte Pioli inserisce a sua volta forze fresche al 61′, con Leao, Krunic e Bonaventura.

Kessie-De Roon, Milan-Atalanta

A quel punto il Milan riesce a tenere più alta la sua difesa e al 73′ sfiora anche il gol del nuovo vantaggio: contropiede orchestrato da Leão, pallone un po’ scomodo del portoghese per Bonaventura, che dopo un paio di tocchi preparatori chiude il destro verso il primo palo. Conclusione bassa, che si stampa direttamente sul montante. Nel finale di partita l’equilibrio regna sovrano e si va negli spogliatoi con l’1-1 finale.

Info Serie A 2019-2020

LA CLASSIFICA DI SERIE A 2019-2020

PROSSIMO TURNO SERIE A

CLASSIFICA MARCATORI SERIE A

CALENDARIO COMPLETO SERIE A 2019-2020

ORARI E DIRETTE TV SINO ALLA 37ª GIORNATA