La Lazio torna a vincere, dopo la pesante sconfitta contro l’Inter, battendo all’Olimpico per 4-1 la Spal di Semplici. Con questo successo Immobile e soci salgono a quota 21 in classifica, restando al quarto posto. L’attaccante biancoceleste è stato grande protagonista, segnando una doppietta.

LA PARTITA – Sul fronte formazioni ufficiali, Simone Inzaghi non cambia modulo e riparte dal 3-5-1-1. Spazio tra i pali per Strakosha, davanti a lui ci sono Wallace, Acerbi e Radu. Nel consueto centrocampo a cinque largo a Patric, Parolo, Cataldi, Milinkovic-Savic e Lulic. In avanti è ancora Caicedo a supportare Immobile. Dall’altra parte Leonardo Semplici conferma il 3-5-2 riproponendo in porta Milinkovic-Savic dopo la squalifica. Davanti al serbo il terzetto difensivo con Bonifazi, Vicari e Felipe. In mediana Lazzari, Everton Luiz, Valdifiori, Missiroli e Costa, con Petagna e Antenucci a comporre il tandem offensivo.

IMMOBILE SEGNA DUE VOLTE

Il match inizia con una Lazio all’attacco e pericolosa al 9’: errore del portiere ospite Milinkovic-Savic in disimpegno, palla recuperata da Lulic, bravo nell’imbucata per Caicedo, l’attaccante a tu per tu con l’estremo difensore avversario, manca di poco lo specchio. La risposta della Spal arriva al 21’, ma il destro a giro di Antenucci trova pronto Strakosha alla deviazione in corner. Al 26’ però Lazio in vantaggio: splendida la coordinazione di Immobile su calcio d’angolo battuto da Cataldi, il numero 17 calcia al destro al volo mettendo in rete. La reazione della Spal è immediata col pareggio al 28’: Lazzari scappa sulla fascia destra bruciano Lulic, cross in area per Antenucci che di piatto destro deve solo spingere dentro. Nel finale di tempo la Lazio spinge ancora e al 35’ torna in vantaggio: bel triangolo tra Immobile e Caicedo, destro del numero 17 che con la deviazione di Costa batte Milinkovic-Savic.

SECONDO TEMPO, SPAL IN GINOCCHIO

Il secondo tempo si apre con un cambio nella Spal, dentro Cionek per Bonifazi senza cambiare modulo. La Spal attacca, ma è la Lazio a trovare ancora la via della rete al 59’: Everton Luiz sbaglia in disimpegno, recupera palla Cataldi che viene quasi ‘invitato’ a tirare dai venticinque metri, il suo destro è potente e preciso battendo Milinikovic-Savic. A quel punto Inzaghi procede ad un doppio cambio, inserendo Lukaku per Lulic e Correa per Caicedo. Il match si chiude definitivamente al 70’, quando Parolo sigla la rete del 4-1: Everton Luiz perde palla sulla trequarti, Parolo è bravo a recuperarla e mirare all’angolino basso. Il match finisce sostanzialmente qui, festa laziale all’Olimpico.

La nuova classifica della Serie A

TI POTREBBE INTERESSARE…

Scommetti sul calcio? Scopri i migliori bookmakers aams e non aams