Gli errori contro l’Inter evidentemente non sono bastati al Napoli, ancora deciso a farsi male da solo e perdendo per 1-0 contro la Lazio dei record. I biancocelesti vincono la decima partita consecutiva, grazie al clamoroso errore di Ospina e al gol di Ciro Immobile all’82’. La formazione di Simone Inzaghi non si ferma e la parola Scudetto non può fare più troppo effetto, l’Aquila vola ancora.

CRONACA LAZIO-NAPOLI – Sul fronte formazioni ufficiali la Lazio scende in campo col classico 3-5-2 con i ritorni dal 1′ di Leiva e Luis Alberto dopo la squalifica, mentre in avanti Simone Inzaghi non recupera Correa e dunque con Immobile c’è Caicedo. Dall’altra parte Gennaro Gattuso riparte dall’ormai solito 4-3-3 in cui c’è ancora Di Lorenzo al fianco di Manolas. Nel tridente nessuna modifica con Milik affiancato da Insigne e Callejon.

Primo tempo, parità all’Olimpico

La partita inizia su ritmi bassi e compassati, col Napoli che prova a tenere a lungo il possesso palla per evitare le classiche fiammate offensive dei padroni di casa. Tra i più attivi c’è Allan che all’11’ ci prova da fuori ma senza troppa fortuna. Dunque ritmo di gioco basso nella prima metà di frazione, con le due squadre ancora in fase di studio. Il primo vero squillo arriva per merito di Insigne, col capitano partenopeo che impegna Strakosha con una punizione a giro dal lato sinistro del campo.

Milik-Acerbi, Lazio-Napoli

Simone Inzaghi richiama i suoi ad essere più reattivi, Luis Alberto recepisce alla perfezione e nel finale di tempo lo spagnolo ‘accende’ la Lazio. Al 42′ bella combinazione con Luis Alberto che va da Caicedo, quest’ultimo appoggia ad Immobile e scarico finale per Milinkovic, botta radente del serbo con Ospina che blocca in due tempi. Pochi secondi dopo altro brivido per il Napoli: Mario Rui sbaglia un rinvio e serve di fatto Milinkovic. Quest’ultimo schiaccia la conclusione e a due passi dalla linea è Di Lorenzo a salvare Ospina e il risultato di parità all’intervallo.

Secondo tempo, decide Immobile

Allan-Luis Alberto, Lazio-Napoli

La ripresa si apre senza cambi e con una Lazio che prova a prendere in mano il gioco, anche se pericoli dalle parti di Ospina non ne arrivano. Il Napoli tiene botta e comincia a tenere palla, così Inzaghi capisce le difficoltà in arrivo e al 64′ manda in campo Cataldi, un centrocampista, per Caicedo, un attaccante. La formazione di Gattuso però insiste e al 68′ solo la sfortuna dice no agli azzurri: pallone in verticale di Insigne per l’inserimento di Zielinski, controllo e destro a giro che batte Strakosha ma che si stampa sul palo.

La Lazio sembra perdere le distanze, giocando esclusivamente in contropiede e al 76′ è Strakosha a salvare tutto sul diagonale rasoterra di Insigne. Ma Ospina si prende una ‘libertà non richiesta’ al minuto 82 consegnando di fatto l’1-0 alla Lazio: il portiere colombiano si perde in un dribbling su Immobile, il numero 17 gli scippa la palla e calcia a rete, Di Lorenzo quasi sulla linea prova a salvare spedendo però in rete. Clamorosa frittata di Ospina e Lazio avanti. Il Napoli prova a reagire nonostante tutto, trovando però Strakosha attento su Milik e Insigne.

Info Serie A 2019-2020

LA CLASSIFICA DI SERIE A 2019-2020

PROSSIMO TURNO SERIE A

CLASSIFICA MARCATORI SERIE A

CALENDARIO COMPLETO SERIE A 2019-2020