Un vero spareggio per la zona Champions League, perdendo il quale la rincorsa sarebbe diventata ripidissima. Così la presentazione pre match di Juventus-Milan e alla fine la salita si è tinta di bianconero. Il Milan si è infatti imposto per 3-0 all’Allianz Stadium, portando dalla propria parte anche il computo degli scontri diretti (la Juventus aveva vinto a Milano per 3-1 all’andata). Le reti rossoneri portano la firma di Brahim Diaz, Rebic e Tomori, sbagliando anche un calcio di rigore con Kessié ad inizio ripresa sul punteggio di 0-1. Malissimo i bianconeri, Morata e Cristiano Ronaldo mai pericolosi e adesso la ‘truppa’ di Pirlo rischia di non entrare in Champions League.

CRONACA JUVENTUS-MILAN – Guardando le formazioni ufficiali, Andrea Pirlo conferma il solito 4-4-2 e Morata a far coppia davanti con Ronaldo. Per il resto Chiellini a guidare la difesa con De Ligt, mentre c’è Rabiot in mezzo al campo con Bentancur, McKennie e Chiesa a completare il reparto. Dall’altra parte Stefano Pioli non cambia il suo 4-2-3-1 con Ibrahimovic punta unica sostenuto da Saelemaekers, Calhanoglu e la ‘sopresa’ Brahim Diaz. Per il resto nessuna novità, con Calabria sull’out di destra in difesa.

Primo tempo, la sblocca Diaz

Come da previsioni si gioca con tanta intensità in mezzo al campo e voglia di non mollare nemmeno un pallone. La prima occasione del match capita a De Ligt dopo 4 minuti, ma la sua conclusione è ribattuta in corner da Hernandez. I primi venti minuti arridono alla Juventus, ma poi il Milan prende campo e al 21′ Szczęsny è bravo a bloccare un destro dal limite di Diaz. Tuttavia la grande chance per andare in vantaggio è per la Juventus alla mezz’ora: calcio d’angolo battuto verso il centro con Donnarumma che esce fuori tempo, l’errore spalanca la porta a Chiellini che manda però a lato.

Nel finale di tempo i rossoneri giocano comunque meglio e si rendono pericolosi due volte con la solite volate di THeo Hernandez a sinistra, sfiorando il gol al 36′ ma Alex Sandro salva tutto con Ibrahimovic già a pronto a mettere dentro l’assist del compagno. Il primo tempo sembra avviarsi alla conclusione a reti inviolate, ma al 46′ Milan in vantaggio: punizione calciata in mezzo da Calhanoglu, pallone respinto da Szczesny che finisce a Brahim Diaz, lo spagnolo controlla e, dopo un rimpallo vinto con Cuadrado, si accentra e calcia perfettamente con il destro mettendo sotto l’incrocio dei pali.

gol Diaz, Juventus-Milan
Juventus-Milan serie A

Secondo tempo, il Milan dilaga

Il secondo tempo si apre senza cambi e con una Juventus subito pericolosa con Bentancur che, in area di rigore, calcia con il destro trovando la respinta in tuffo di Donnarumma. Il Milan si difende con ordine e al 57′ ha la grande occasione per raddoppiare, quando Chiellini colpisce col braccio largo un destro di Brahim Diaz. L’arbitro Valeri richiamato al VAR assegna il calcio di rigore: dal dischetto si presenta Kessie che apre il piatto destro ma Szczesny intuisce e devia in corner. Al 65′ arriva una brutta notizia in casa Milan, con Ibrahimovic che si fa male al ginocchio e viene sostituito da Rebic, pur uscendo camminando.

Scampato il pericolo, Pirlo manda in campo Kulusevski per Bentancur provando ad aumentare il potenziale offensivo, mentre dall’altra parte è il momento di Krunic al posto di Brahim Diaz. I cambi danno nuova verve ai rossoneri e al 78′ arriva il 2-0: è tutto merito di Rebic che prende palla e dai venticinque metri fa partire un destro fantastico che lascia immobile Szczesny. Nella Juventus, ormai con pochi minuti a disposizione, entra Dybala per Bentancur. Ma è ancora il Milan a segnare e mettere il punto esclamativo sul match: punizione di Calhanoglu verso il centro dell’area di rigore dove stacca Tomori che sovrasta Chiellini e manda alle spalle di Szczesny per il clamoroso 0-3..

Info Serie A 2020-2021

LA CLASSIFICA DI SERIE A

PROSSIMO TURNO SERIE A

CLASSIFICA MARCATORI SERIE A

CALENDARIO COMPLETO SERIE A 2020-2021