Il posticipo conclusivo della 26esima giornata di Serie A vede la Juventus battere l’Inter per 2-0 e tornare in vetta alla classifica, adesso a più uno sulla Lazio. Un match equilibrato per 55 minuti, poi dopo il gol di Ramsey i nerazzurri sono usciti di scena, puniti poi anche dal super gol di Paulo Dybala, quest’ultimo entrato nel secondo tempo. I bianconeri ritrovano fiducia e consapevolezza, per l’Inter le speranze di titolo si assottigliano invece di parecchio.

CRONACA JUVENTUS-INTER – Sul fronte formazioni ufficiali, Maurizio Sarri sorprende tutti e opera diversi cambi rispetto a quanto preventivato alla vigilia. Nel 4-3-3 Cuadrado torna terzino destro, con Bentancur regista a centrocampo (Pjanic in panchina), mentre davanti Douglas Costa e Ronaldo ai lati di Higuain, con Dybala fuori. Invece Antonio Conte non regala sorprese con Lautaro e Lukaku a guidare il 3-5-2, con Bastoni in difesa e Handanovic al rientro tra i pali.

Primo tempo, 0-0 allo Stadium

Il match inizia su buoni ritmi e con la prima vera occasione che arriva al 9′ per la Juventus: corner a rientrare calciato da Bentancur, sul primo palo De Ligt anticipa tutti ma Handanovic respinge. Il portiere nerazzurro è decisivo anche al 16′: affondo di Ronaldo e poi tocco a premiare la sovrapposizione di Matuidi, diagonale rasoterra del francese che lo sloveno intercetta con un guizzo felino. La sfida resta in equilibrio anche se De Ligt è ancora pericoloso al 21′ mettendo alto di testa.

Antonio Conte, Inter

L’Inter comunque non sta a guardare e al 22′ un destro di Candreva da fuori termina di poco alto sulla traversa, poi De Vrij di testa, sugli sviluppo di un corner, mette a lato non di molto ma con Szczęsny a seguire la traiettoria con lo sguardo. E’ il momento migliore per i nerazzurri che al 36′ sfiorano il vantaggio con un destro dal limite di Brozovic che Szczęsny è bravo a respingere in tuffo. Nel finale di tempo non accade altro e allora all’intervallo si va con le reti inviolate.

Secondo tempo, la Juventus vola sul 2-0

La ripresa si apre senza cambi e con l’Inter che prova a forzare i tempi, pur non creando pericoli. Sarri in panchina si sbraccia per richiamare i suoi, ma nel momento più complicato al 55′ Juventus in vantaggio: cross basso di Matuidi dalla sinistra per Ronaldo che viene contrastato da Bastoni, il pallone termina sui piedi di Ramsey che calcia e supera Handanovic con un rasoterra. Al 59′ arriva un cambio per parte, con Dybala per Douglas Costa nei bianconeri ed Eriksen per Barella tra i nerazzurri. Ma l’Inter accusa il colpo e la Juventus, al contrario, ne approfitta per giocare più sciolta e andare avanti in spazi più aperti.

Ramsey, Juventus

E naturale conseguenza di ciò, al 68′ arriva il 2-0: sventagliata di Bentancur sulla destra per Dybala, l’argentino controlla, si accentra e scambia al limite con Ramsey, finta che manda al bar Young e poi con un pregevole esterno sinistro batte Handanovic. Per l’Inter è decisamente notte fonda e che anche Conte lo fa capire sostituendo l’impalpabile Lukaku al 76′ con Sanchez. Nel frattempo Sarri manda in campo De Sciglio per Alex Sandro, vittima di crampi, e Bernardeschi per Higuain. Un destro di Eriksen dal limite non spaventa Szczęsny, anche se nel finale i nerazzurri almeno ci provano, dopo venti minuti di ‘vuoto’. Ronaldo al 93′ sfiora anche il tris con un destro che sfiora l’incrocio dei pali, al 94′ con un sinistro in diagonale, ma può bastare così.

Info Serie A 2019-2020

LA CLASSIFICA DI SERIE A 2019-2020

PROSSIMO TURNO SERIE A

CLASSIFICA MARCATORI SERIE A

CALENDARIO COMPLETO SERIE A 2019-2020