La 32esima giornata di Serie A si è chiusa col posticipo del Meazza tra Inter e Torino, con i nerazzurri che si sono imposti in rimonta per 3-1 e agganciando la Lazio al secondo posto con 68 punti, a meno otto dalla Juventus capolista. Per i granata invece i punti restano 34, a più cinque sul Lecce terz’ultimo e ora attesi dall’importantissimo scontro diretto di giovedì prossimo contro il Genoa.

CRONACA INTER-TORINO – Sul fronte formazioni ufficiali, Antonio Conte conferma il 3-4-1-2 con Godin al posto di Skriniar in difesa, mentre a centrocampo c’è D’Ambrosio per Candreva. In avanti ancora Borja Valero titolare come trequartista alle spalle di Sanchez e Lautaro. Dall’altra parte Moreno Longo invece cambia e torna al 3-5-1-1 con Ansaldi inserito nel ruolo di mezz’ala a metà campo, con Verdi a supporto di Belotti unica punta.

Primo tempo, ‘papera’ Handanovic e Belotti punisce

Si comincia subito con l’Inter aggressiva e vogliosa di fare la partita, anche al cospetto di un Torino tutto chiuso all’indietro. Una tattica prevedibile alla vigilia quella dei granata, con i nerazzurri che collezionano diversi calci d’angolo ma senza frutti. I padroni di casa sembrano avere il controllo della partita, poi però la doccia fredda, inaspettata, al 17′: corner dalla destra calciato da Verdi con un sinistro a giro, Handanovic va in presa alta ma clamorosamente si fa sfuggire il pallone e Belotti, appostato proprio nell’area piccola, può depositare in rete il più facile dei gol.

L’Inter prova a reagire anche se trovare spazi nella difesa ospite è complicato. Tuttaviaun disimpegno errato dei granata offre una grande chance a Lautaro al 32‘: Gagliardini anticipa al limite Meité, la palla finisce all’argentino che colpisce a rete col destro, ma troppo centralmente per superare Sirigu che respinge. Nel finale però altra occasione per gli ospiti: ripartenza con Belotti che serve sulla sinistra Ansaldi che sterza a centro area e conclude da posizione ravvicinata, trovando questa volta la risposta di Handanovic. All’intervallo è vantaggio ospite.

Secondo tempo, reazione Inter

La ripresa inizia con l’Inter in campo con gli stessi undici dell’inizio, ma più rabbiosa. E i risultati sono subito evidenti, dato che al 48′ è già 1-1: Brozovic disegna un lungo traversone con il destro, Izzo si lascia sfuggire alle spalle Lautaro, che trova un’ottima sponda di testa dalla linea di fondo. A rimorchio c’è Young, che al volo con il destro non lascia scampo a Sirigu. Torino in difficoltà e al 51′ risultato ribaltato: Young con un lob dolcissimo trova l’incursione di Sanchez, che fa la torre nell’area piccola per Godín. Tutto facile per l’uruguaiano, che di testa trova il raddoppio.

gol Martinez, Inter-Torino

Partita completamente cambiata e, dopo un salvataggio di Handanovic su Verdi, arriva anche il 3-1 al 60‘: Sánchez recupera un buon pallone e verticalizza per Lautaro Martinez, l’argentino libera il destro dal limite e la deviazione sfortunata di Bremer mette fuori causa Sirigu. A quel punto Longo manda in campo Lukic, Berenguer e Singo, al posto di Meité, Ansaldi e De Silvestri. I granata sono sfortunati al 65′ quando Belotti colpisce a botta sicura di testa centrando la traversa. Continuano i cambi e il nuovo entrato Candreva si divora il poker mettendo fuori un diagonale davanti a Sirigu non troppo complicato. Finisce 3-1 per l’Inter, torna il sorriso in casa nerazzurra.

Info Serie A 2019-2020

LA CLASSIFICA DI SERIE A 2019-2020

PROSSIMO TURNO SERIE A

CLASSIFICA MARCATORI SERIE A

CALENDARIO COMPLETO SERIE A 2019-2020

ORARI E DIRETTE TV SINO ALLA 35ª GIORNATA