La Milano nerazzurra impazzisce di gioia, quella rossonera passerà un’altra notte da dimenticare. L’Inter s’impone 4-2 nel Derby della Madonnina, posticipo della 23esima giornata di Serie A, schiantando il Milan nella ripresa dopo aver chiuso sotto 0-2 all’intervallo. Un successo di capitale importanza che porta gli uomini di Conte in vetta alla classifica in compagnia della Juventus, con la Lazio comunque in agguato a meno uno dopo la vittoria di Parma.

CRONACA INTER-MILAN – Sul fronte formazioni ufficiali, Antonio Conte manda in campo l’Inter col solito 3-5-2 e con Sanchez a far coppia con Lukaku. Così Eriksen parte dalla panchina, mentre in mediana ci sono Barella, Brozovic e Vecino. Risponde Stefano Pioli col 4-4-1-1 in cui Calhanoglu parte alle spalle dell’unica punta Ibrahimovic, mentre Rebic è dirottato sulla sinistra con Castillejo a destra.

Primo tempo, Milan avanti 2-0

Il derby inizia con un Milan aggressivo e all’attacco. La posizione di Calhanoglu da molto fastidio ai nerazzurri, specie perché impedisce la prima costruzione di Brozovic e perché tra le linee trova sempre libertà inattesa. E proprio il turco al 10′ con un violento destro dal limite che in diagonale batte Padelli impattando però il palo. L’Inter reagisce e si rende pericolosa da azioni d’angolo. Sul primo, minuto 13, Donnarumma salva su Skriniar, mentre al 19′ la zuccata di Godin si perde di pochissimo a lato.

gol Rebic, Inter-Milan

I rossoneri tengono molto palla, ma i nerazzurri quando ripartono fanno male. Come al 24′: è Lukaku che fugge via sulla destra a Romagnoli, il pallone a rimorchio trova Vecino che batte a rete col destro, ma Donnarumma respinge come può e Conti manda in corner. La partita resta in equilibrio, ma è sempre il Milan a fare la partita e al 40′ va in vantaggio: cross a centro area di Castillejo per Ibrahimovic, lo svedese mangia tutto e anche Godin, torre per Rebic che, approfittando del ‘buco’ di Padelli, mette dentro a porta vuota. L’Inter accenna una reazione, ma al 46′ arriva anche lo 0-2: corner a rientrare di Castillejo, il tocco di Kessie smarca Ibrahimovic sul secondo palo che di testa schiaccia in rete.

Secondo tempo, l’Inter ribalta tutto

La ripresa si apre senza cambi ma l’Inter in appena otto minuti ritrova la parità, ma andiamo con ordine. Al 51′ arriva la rete che riapre la sfida: sinistro dal limite di Candreva con sfera che s’impenna, Brozovic si coordina e con un sinistro al volo batte inesorabilmente Donnarumma. il tempo di sistemarsi e al 53′ è già 2-2: Godin verticalizza per Sanchez, il cileno anticipa Donnarumma e tocca dietro per Vecino che infila in porta. Il Milan deve dunque ricominciare da capo e con Ibrahimovic ci prova da fuori con una punizione che termina a lato. Ma è ancora l’Inter a prendersi la scena al 70′, ribaltando completamente il punteggio e andando sul 3-2: corner ad uscire di Candreva, torsione aerea di De Vrij che anticipa Romagnoli e mette il pallone sul palo più lontano dove Donnarumma non può arrivare.

gol Brozovic, Inter-Milan

A quel punto Conte inserisce Eriksen al posto di Sanchez passando al 3-5-1-1. E proprio il danese all’82’ sfiora l’eurogol con una magnifica punizione da quasi quaranta metri che centra l’incrocio dei pali. Il Milan resta dunque ancora aggrappato al match e Pioli inserisce Leao, Paquetà e Bonaventura in rapida successione. Nel finale di partita succede ancora tanto, con Barella che sfiora il poker in contropiede e anche con un Milan vicinissimo al pari: pallone morbido di Paquetà al centro, Ibrahimovic sovrasta Skriniar e di testa colpisce il palo. Tuttavia è ancora una volta l’Inter a mettere il punto esclamativo per il 4-2 finale con Lukaku che di testa batte Donnarumma sul pallone messo al centro da Moses. Apoteosi Inter, notte fonda per il Milan.

Info Serie A 2019-2020

LA CLASSIFICA DI SERIE A 2019-2020

PROSSIMO TURNO SERIE A

CLASSIFICA MARCATORI SERIE A

CALENDARIO COMPLETO SERIE A 2019-2020