L’attesissimo derby di Milano, valido per la 24esima giornata di Serie A, si tinge di rossonero. Il Milan supera in rimonta per 2-1 l’Inter: apre le danze Perisic al 39′ del primo tempo, ma la ribalta Giroud con una doppietta siglata tra il 75′ e il 78′ della seconda frazione. Un derby che vale oro per i rossoneri di Stefano Pioli che vanno a -1 dall’Inter capolista, anche se la squadra di Simone Inzaghi ha una gara in meno (quella da recuperare sul campo del Bologna).

CRONACA INTER-MILAN – Subito sguardo alle formazioni ufficiali, con Simone Inzaghi che manda in campo l’Inter col consueto 3-5-2: Handanovic tra i pali, con Skriniar, De Vrij e Bastoni in difesa. A metà campo Dumfries, Barella, Brozovic, Calhanoglu e Perisic, con Dzeko e Lautaro di punta. Dall’altra parte Stefano Pioli schiera il Milan col solito 4-2-3-1. Davanti a Maignan spazio per Calabria, Kalulu, Romagnoli e Theo Hernandez, in mediana Tonali e Bennacer mentre in avanti spazio per Saelemaekers, Kessié e Leao alle spalle di Giroud.

Primo tempo, 1-0 firmato Perisic

La prima frazione di gioco vede l’Inter partire forte e subito in gol al 10′ con Dumfries, ma l’olandese è servito da un Perisic scattato in fuorigioco sul lancio di Calhanoglu. I nerazzurri al 12′ sfiorano il vantaggio, col sinistro da fuori di Brozovic che, deviato da Kalulu, viene intercettato d’istinto da Maignan. Il Milan fatica tantissimo a fare gioco, messo in difficoltà dal pressing alto interista. E l’Inter continua a creare occasioni. Prima al 27′ con Barella che, dopo la sponda di Lautaro, non centra la porta col destro.

Poi al 28′ con Dumfries, con l’olandese che colpisce troppo centralmente davanti a Maignan, favorendo l’intervento del portiere francese. La reazione del Milan arriva al 35′ con un destro da fuori di Tonali che Handanovic respinge con la mano di richiamo. Ma dall’altra parte è l’Inter a trovare il gol dell’1-0 al 38′: corner ad uscire di Calhanoglu e interno sinistro al volo di Perisic che non lascia scampo a Maignan. Non succede altro sino al 47′, quando sono ancora i nerazzurri a rendersi pericolosi in contropiede. All’intervallo è comunque vantaggio interista.

gol Perisic, Inter-Milan

Secondo tempo, Giroud fa volare il Milan

La ripresa si apre con un cambio nel Milan, dentro Messias e fuori Saelemaekers. I rossoneri provano a partire forte, ma trovando ancora enormi difficoltà a sviluppare trame di gioco degne di nota. Tanto che al 58′ Pioli effettua una seconda sostituzione, inserendo Brahim Diaz al posto di Kessié. Dal canto suo l’Inter gestisce i ritmi del gioco, con la sensazione che la rete del raddoppio possa chiudere i giochi. Al 70′ l’asse Calhanoglu-Perisic prova a ripetere quanto fatto nell’occasione del gol, ma questa volta il croato spedisce alto. E’ l’ultima giocata dell’esterno ex Wolfsburg, visto che al suo posto Inzaghi manda in campo Dimarco. Ma non solo, perché il secondo cambio vede l’ingresso di Sanchez al posto di Lautaro Martinez.

Si entra dunque nell’ultima parte di gara con l’Inter sempre in vantaggio per 1-0 e il Milan intento a trovare la giocata giusta per rimettere in parità il punteggio. Al 74′ terzo cambio interista, con Vidal che prende il posto di Calhanoglu ma poco dopo il Milan trova la rete dell’1-1: Giroud recupera palla a centrocampo, Tonali parte in contropiede e serve Diaz al limite, la conclusione deviata del numero 10 diventa invitante per lo stesso Giroud che in spaccata batte Handanovic. L’Inter si rituffa in avanti con Sanchez che impegna Maignan, ma il Milan al 78′ è ancora letale ribaltando il risultato: pallone di Calabria per Giroud, il francese fa perno di tacco, salta de Vrij e di sinistro trafigge ancora Handanovic. Inzaghi si gioca le carte Vecino e Darmian all’82’, mentre Pioli manda in campo Krunic per Bennacer. Il Milan si difende con le unghie e con i denti, pagando anche con l’espulsione di Theo Hernandez al 96′. Ma finisce 2-1 per i rossoneri, adesso a meno uno dall’Inter.

Info Serie A 2021/2022

CALENDARIO COMPLETO SERIE A 2021/2022

LA CLASSIFICA DI SERIE A

PROSSIMO TURNO SERIE A

CLASSIFICA MARCATORI SERIE A