Il Milan soffre a lungo, viene salvato da Donnarumma in più di un’occasione ma è ancora Ante Rebic, come già fatto con l’Udinese, a decidere la sfida e stendere questa volta il Brescia. La squadra di Pioli la spunta dopo una partita sofferta e mette in cassaforte la terza vittoria di fila, salendo a quota 31 punti e momentaneamente al sesto posto. Per le Rondinelle solo gli applausi per un match coraggioso e anche non fortunato.

CRONACA BRESCIA-MILAN – Sul fronte formazioni ufficiali Eugenio Corini propone i suoi col 4-3-1-2 con Dessena a metà campo, mentre in avanti c’è Romulo trequartista alle spalle di Torregrossa e della novità Ayé, con Donnarumma pronto a subentrare. Risponde Stefano Pioli col 4-4-2 con Kjaer al centro della difesa preferito a Musacchio. A centrocampo l’unica novità rispetto all’ultima uscita è Calhanoglu per Bonaventura, mentre davanti con Ibrahimovic c’è ancora Leao, mentre Rebic parte dalla panchina.

Primo tempo, parità al Rigamonti

La partita inizia su buoni ritmi e un Milan in costante proiezione offensiva. Il primo vero pericolo creato dai rossoneri è al 17′ con un mancino di Bennacer che termina sull’esterno della rete, mentre poco dopo Joronen è costretto all’intervento sul colpo di testa di Ibrahimovic. Al 31′ la risposta del Brescia: cross perfetto di Bisoli, con Romagnoli che devia leggermente il pallone ed evita che Ayè e Dessena riescano ad arrivare sul pallone.

Aye-Donnarumma, Brescia-Milan

I padroni di casa prendono campo e al 33′ nuova occasione con Torregrossa che mette fuori di poco un pallone sbucato sul secondo palo un corner ad uscire di Tonali. Il Milan perde le distanze e al 34′ Donnarumma salva tutto: ennesima ripartenza sulla destra che porta Sabelli al cross, il pallone spiove sulla testa di Ayé che da due passi colpisce, ma Donnarumma si allunga e respinge. Al 40′ però è il Milan a divorarsi il vantaggio e nello specifico con Ibrahimovic: Theo Hernandez sfonda sulla sinistra e crossa basso per lo svedese, che da due passi colpisce male e spedisce fuori.

Secondo tempo, decide Rebic

La ripresa si apre senza cambi, ma con un Brescia assoluto padrone del campo e che inizia a creare tante occasioni. La prima al 51′ con la girata a colpo sicuro di Torregrossa, sulla sponda aerea di Ayé, che finisce fuori di un soffio. Poco dopo invece è Donnarumma di piede a salvare i suoi sul diagonale di Bisoli, poi sul proseguimento Torregrossa devia in gol un tiro cross di Tonali, ma in posizione di offside. Milan in tilt e Pioli al 58′ manda in campo Rebic per uno spento Leao. Le occasioni per il Brescia però continuano ad arrivare e Donnarruma è ancora bravissimo ad evitare il peggio sul sinistro dal limite del solito Torregrossa.

esultanza Rebic, Brescia-Milan

Il Milan comunque riesce a risalire la china, sfiorando con Calhanoglu la rete col destro del turco che finisce di poco fuori. Ma il vantaggio rossonero arriva al 71‘: apertura di Calhanoglu a destra per Ibrahimovic, lo svedese mette subito in mezzo dove s’innesca una mischia, la sfera finisce a Rebic che col destro non sbaglia. A quel punto Corini manda in campo Alfredo Donnarumma, provando il tutto per tutto, mentre Pioli aveva già richiamato Calhanoglu per inserire Krunic. Il finale è teso, col Milan a sfiorare anche il raddoppio in contropiede con una fucilata di Theo Hernandez che dal limite colpisce la traversa. Ma può bastare così, finisce 1-0 per i rossoneri.

Info Serie A 2019-2020

LA CLASSIFICA DI SERIE A 2019-2020

PROSSIMO TURNO SERIE A

CLASSIFICA MARCATORI SERIE A

CALENDARIO COMPLETO SERIE A 2019-2020